Eric Schmidt parla del complicato rapporto tra Google ed Apple

Eric Schmidt

Eric Schmidt ha da poco rilasciato un'intervista a Reuters.com nella quale ha avuto modo di parlare del rapporto che intercorre tra Google, azienda della quale lui riveste il ruolo di CEO, ed Apple.

Dalle dichiarazioni rilasciate emerge un disegno piuttosto travagliato a dispetto delle recenti voci che volevano i rapporti tra le due aziende rinvigoriti e pacifici. L'intera intervista si articola essenzialmente attorno alla recente questione iAd vs. Admob.

Google è in una posizione svantaggiosa dal momento che la FTC sta investigando sull'acquisizione di Admob mentre sul versante Apple tutto fila liscio con iAd (o quasi). L'azienda di Mountain View si è detta intenzionata a vender cara la pelle con il governo statunitense qualora questo dovesse impedire l'acquisizione strategica dell'azienda specializzata nel mobile advertising.

Anche Apple non se la passa granché bene poiché il blocco imposto nei confronti della tecnologia Adobe Flash è anch'esso in corso di indagine da parte della FTC. Schmidt ha parlato della strategia di Apple in termini di servizi "discriminatori nei confronti degli altri partner". Apple non fornirà agli altri network pubblicitari l'accesso a tutti i dati dei quali essa dispone; in questo modo i pubblicisti non potranno trarre alcun vantaggio dalla piattaforma poiché si giocherà ad armi impari.

Il CEO di Google ha insistito che lui e Steve Jobs rimangono ottimi amici e che le due compagnie rimarrano rivali ed al tempo stesso collaboratrici su diverse aree. "La relazione continuerà ad essere complicata" ha dichiarato in chiusura.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: