Tim Cook, “Grande annuncio di Apple” alle 16.00

Niente indiscrezioni, stavolta. Tim Cook ha rivelato che oggi mercoledì 13 gennaio, alle 18.00 ora italiana, farà un “Grande annuncio Apple.”

Aggiornamento del 13 gennaio 2021, ore 16.30: Alla fine, l’annuncio di Tim Cook era l’Iniziativa per la Giustizia e l’Equità Sociale, di cui abbiamo scritto in questo post.

È ufficiale. Oggi mercoledì 13 gennaio 2021, Tim Cook ha promesso di fare un “grande annuncio Apple.” Ma non è un nuovo prodotto: si tratta di una importante iniziativa che verrà anticipata per voce dell’iCEO in persona.

In seguito ai fatti di Capitol Hill che hanno interessato gli Stati Uniti, e che hanno portato alla rimozione dell’app Parler, Apple ha deciso di prendere importanti decisioni. L’annuncio verrà fatto davanti le telecamere di CBS anche se, sottolineano i giornalisti dell’emittente televisiva, si tratta di una pura coincidenza; l’intervista a Tim Cook infatti era in programma già da tempo, solo che ora virerà per forza di cose anche verso la questione della responsabilizzazione degli utenti sui social network:

C’è da dire che [Cook, n.d.A.] non si è seduto e ha dichiarato “sai, voglio parlare di questo con CBS.” Questa intervista in realtà era già in programma perché hanno un grosso annuncio da fare […]. Non è un nuovo prodotto, dovremmo dire, non è un novo prodotto. È qualcosa penso di più grosso e di migliore. Per cui abbiamo fatto l’intervista, e l’abbiamo condotta in un Apple Store di qui, mentre lui è presso il suo quartier generale, e ci ha accordato di introdurre anche altre domande. Ma non era questo lo scopo dell’intervista. Domani vi diremo tutto, e siamo molto eccitati all’idea.”

Chiaramente, è mistero su quel che aveva originariamente in mente di annunciare Tim Cook, ed è mistero pure la piega che prenderà ora l’intervista. Di CBS ha saputo creare parecchio hype. Vedremo che ne verrà fuori: dovrebbero esserci novità stasera tra le 16.00 e le 18.00 ora italiana.

La Rimozione di Parler

Parler è un’app di social networking molto apprezzato e frequentato dalla destra americana su cui si erano riversati molti dei sostenitori di Trump -e Trump stesso- dopo il ban permanente da Twitter e il blocco temporaneo su Facebook e Instagram.

A causa però delle ripetute violazioni (“minacce di violenza e attività illegale”) Apple ha deciso di epurarla da App Store, almeno fintanto questo tipo di contenuti non vengano filtrati. A loro hanno fatto eco Google e Amazon con iniziative analoghe; attualmente, Parler è offline poiché nessun provider -neppure minore- ha accettato di offrire loro servizi di hosting.

Ti potrebbe interessare