Soccorsa grazie agli AirPods: “Ehi Siri, chiama il 911”

La storia di una donna testimonia l’utilità degli AirPods e dei comandi vocali in situazioni di emergenza

Parliamo di

Di storie su vite salvate e patologie scoperte grazie ad Apple Watch ne è pieno il web. Sono senza dubbio un’ottima pubblicità per l’indossabile dell’azienda di Cupertino, di grande impatto su attuali e potenziali utenti perché raccontano eventi reali, di vita quotidiana. Questa volta però, un po’ a sorpresa, non si parla dello smartwatch, ma degli AirPods.

La rivista statunitense People ha raccontato in queste ore quanto successo a Susan Putman, una fiorista di Bernardsville (New Jersey). La donna, mentre lavorava ad un addobbo nel suo studio è accidentalmente caduta:

Stavo lavorando ad una ghirlanda a ferro di cavallo, poi ho fatto un passo indietro per osservarla dimenticando però ci fosse la sua scatola posata sul pavimento. Sono inciampata, ho fatto un volo di circa 2 metri e la mia testa è andata a sbattere su dei pali di metallo.

AirPods Pro

Fortuna che al momento indossava gli AirPods. Con un comando vocale ha potuto chiamare i soccorsi in tempi rapidi, evitando il peggio.

Mi sono accorta che perdevo sangue dalla testa e che, per fortuna, indossavo ancora i miei AirPods. C’era davvero tanto sangue e sono andata nel panico, così ho subito detto: “Ehi Siri, chiama il 911”.

I soccorsi sono arrivati poco dopo. Onestamente, se fossero trascorsi altri 15 minuti, ora non sarei qui a raccontare questa storia. Non ho dubbi: se non avessi avuto i miei AirPods, sarei morta.

L’utilizzo di un comando vocale per contattare un servizio di emergenza non è di certo una novità dell’ultima ora (una funzionalità supportata dagli auricolari wireless di Apple al pari di tanti altri dispositivi), eppure non tutti sono a conoscenza di questa possibilità.

Ho due figlie di 25 e 27 anni, e non conoscevano questa funzione. […] Credo che condividere la mia storia con il mondo sia un bene. Spero possa essere d’aiuto per altre persone.

AirPods: come usare l’assistente vocale Siri

Susan Putman non ha specificato il modello degli AirPods in suo possesso. Escludendo AirPods Max, decisamente più ingombranti rispetto alle altre versioni, possiamo restringere il campo ad AirPods Pro, AirPods 2 e AirPods 3.

Questo perché il comando vocale “Ehi Siri” – utile per gestire la riproduzione della musica, le chiamate e altre attività – è supportato solo dai modelli appena citati. E sì, è tutto davvero così semplice: basta pronunciare la formula magica per eseguire un’azione senza dover utilizzare le mani o il proprio iPhone.

AirPods 3

Con gli AirPods di prima generazione, invece, è necessario toccare due volte uno degli auricolari e attendere l’apposito segnale acustico prima di effettuare una richiesta.

Ti potrebbe interessare