Apple VS Samsung, iPhone è lo smartphone più venduto

Apple torna ad essere leader del mercato, battendo nuovamente la rivale Samsung. Ecco quando è accaduto e come.

Tim Cook l’ha fatto ancora. Grazie agli eccellenti risultati di vendita dell’ultimo trimestre fiscale dell’anno, e nonostante la pandemia, Apple è riuscita a battere l’acerrima nemica sudcoreana e a riguardagnarsi l’ambìto scettro del produttore di smartphone più importante al mondo. Ecco cosa rivelano gli ultimi dati della società di ricerca Canalys.

Gli analisti lo avevano previsto, e così è stato. Nonostante le difficoltà della congiuntura economica negativa e della crisi sanitaria, la linea iPhone 13 è stata un successo di vendite. Nel complesso, dunque, iPhone ha costituito il 22% delle consegne mondiali di smartphone. Spiegano da Canalys:

Apple è tornata in cima al mercato degli smartphone dopo 3 trimestri, guidata dalle performance stellari di iPhone 13. Apple ha goduto di prestazioni mai viste prima per iPhone nella Cina continentale, con uno schema di prezzi aggressivo per i suoi dispositivi di punta che aumentavano il valore dell’offerta. La catena delle forniture di Apple inizia a riprendersi, ma anche nell’ultimo trimestre dell’anno scorso ha dovuto subire carenze di componenti chiave che impedivano di raggiungere la domanda di iPhone. Nei mercati prioritari, ha mantenuto tempi di consegna adeguati, ma in alcuni altri mercati i clienti hanno dovuto attendere a lungo prima di mettere le mani sull’ultimo modello.

Tradotto in soldoni, significa che Cupertino non riusciva a star dietro agli ordini di iPhone. La classifica dunque prevede Apple in prima posizione col 22% di market share, seguita da Samsung col 20%. In terza posizione, a distanza siderale, Xiaomi con un pur molto buono 12%.

Nel complesso, le consegne globali di smartphone sono cresciute sono cresciute solo dell’1%, il che tuttavia costituisce una importante ripresa rispetto al -6% registrato nel trimestre precedente. Potrebbero volerci anni prima che i fornitori partner dell’industria tecnologia siano in grado di tornare ai livelli prepandemici. Da questo punto di vista, dunque, difficile ipotizzare un drastico miglioramento almeno fino alla fine dell’anno.

Ti potrebbe interessare