Cinque feature di iPhone che un po’ tutti hanno dimenticato

Quanti Slofie hai registrato sul tuo iPhone fino ad oggi? E quanti pacchetti di adesivi per iMessage hai acquistato?

Nuovi aggiornamenti di iOS (e iPadOS) e nuovi iPhone portano con sé sempre nuove funzionalità. Alcune sono davvero utili – si pensi al Face ID con la mascherina oppure a Controllo Universale, per restare su qualcosa di molto recente -, altre invece fanno enorme fatica a fare breccia nei cuori degli utenti. E poi ci sono quelle che dopo l’effetto “wow” dei primi tempi finiscono nel dimenticatoio, e oggi vogliamo concentrarci proprio su quest’ultima categoria.

3D Touch e Tocco Aptico

Questo approfondimento non può che iniziare con il 3D Touch, presentato con iPhone 6S e trascinatosi fino ad iPhone XS. Grazie a sensori di pressione, i dispositivi compatibili erano in grado di rilevare la forza esercitata dall’utente su un determinato elemento dell’interfaccia. Una gesture utile per azioni rapide, come l’anteprima di un messaggio, di una foto, di un link.

Con iPhone XR, nel 2018 quindi, il passaggio al Tocco Aptico: stesse funzioni del 3D Touch senza però la necessità di un sensore di pressione sullo schermo (ora basta un tocco prolungato).

Detto ciò, in quanti utilizzano con una certa regolarità il Tocco Aptico?

Animoji/Memoji

iPhone X fa rima con “rivoluzione”. Uno smartphone tutto schermo, senza pulsante fisico Home e con un nuovo sistema biometrico per il riconoscimento dell’utente proprietario, il Face ID.  Ah, e poi c’erano le Animoji (oggi diventate Memoji).

All’inizio c’è stato un vero e proprio boom di questi avatar digitali personalizzabili in grado di replicare perfettamente i movimenti della bocca, degli occhi e addirittura della lingua della persona inquadrata. Li abbiamo visti in video musicali, durante show televisivi e – ovviamente – sui social network.

Inizialmente erano una esclusiva dei device con fotocamera TrueDepth, poi – nel 2019 – la compatibilità è stata estesa a tutti gli iPhone con chip A9 o superiori (non animate, però).

Oggi le Memoji possono essere utilizzate anche come adesivi (statici), tanto su iMessage quanto su WhatsApp e altre piattaforme di messaggistica. Ma in generale, in quanti “reagiscono” con le Animoji/Memoji? In giro se ne vedono davvero pochissime…

Selfie in slow-motion su iPhone: gli Slofie

Chiamando nuovamente in causa la fotocamera TrueDepth, ricordate gli Slofie? Sono stati introdotti con iPhone 11 e – come suggerisce il nome – consentono di registrare video in slow-motion con la fotocamera frontale.

Apple ha provato a proporre nel modo giusto questa feature, anche con con spot pubblicitari dedicati, ma l’obiettivo non è stato centrato. O almeno, questa è l’impressione.

Quanti Slofie hai visto sui social? Quante persone hai visto registrarne uno? Quanti utenti iPhone conoscono questo termine (un marchio che Apple ha addirittura registrato)? Bisognerebbe chiedere un po’ in giro, ma perché sprecare così il tempo?

iMessage App Store

Per lo store di adesivi – e non solo – per iMessage bisogna tornare al 2016, al tempo di iOS 10. Oggi è ancora disponibile (l’icona è posizionata nel menu posto sopra la tastiera, quando si utilizza l’app di sistema per i messaggi), ma c’è qualcuno che lo usa?

Magari all’inizio qualcuno è stato trascinato dal fascino della novità, ma oggi ci sono utenti disposti a spendere 1,99 euro per il pacchetto di adesivi di Star Wars o della Diseny? Da utilizzare solo in iMessage, poi? Probabilmente no.

iMessage App Store
© Apple

App Clips

Nel 2020 Apple annuncia App Clips, un modo rivoluzionario per utilizzare un’applicazione senza nemmeno scaricarla (per ordinare del cibo, prenotare in un ristorante, prenotare una visita al museo e così via).

La novità è stata così descritta durante la sua presentazione alla WWDC20.

Ci sono piccole e brevi anteprime delle applicazioni disponibili su App Store che non mettono la tua vita in pausa per essere trovate, installate e lanciate. Le App Clips possono essere attivate dalla schermata di blocco grazie ai loro codici NFC-enabled.

Non sai nemmeno di cosa stiamo parlando? Ecco…

Ti potrebbe interessare
I migliori monitor per Mac
Mac

I migliori monitor per Mac

Per poter ampliare il proprio spazio di lavoro c’è bisogno di un monitor, ecco quindi una lista dei migliori monitor per Mac online.