Apple Watch SE: i possibili update della seconda generazione

Gli insider ne sono sicuri: nel 2022 arriverà sul mercato il nuovo Apple Watch SE 2, ma ci sono dubbi su design e caratteristiche.

Parliamo di

Nonostante qualche compromesso necessario per non far lievitare il prezzo finale, Apple Watch SE è tra gli indossabili più apprezzati dagli utenti. Per questo motivo c’è molta attesa per il successore dello smartwatch giunto sul mercato meno di due anni fa. Ma quali saranno le sue caratteristiche tecniche? E ci saranno novità in termini di design?

Su Apple Watch SE 2, così come per altri dispositivi dell’azienda di Cupertino, circolano tantissimi rumor. Solo su alcuni però c’è la firma di insider affidabili come Mark Gurman di Bloomberg e l’analista Ming-Chi Kuo, e sono quelli da prendere in considerazione per cercare di fare il punto della situazione a distanza di qualche mese dalla (vociferata) presentazione.

Apple Watch Series 7

Apple Watch SE 2: quando e quanto

L’Apple Watch SE di prima generazione è stato annunciato nel 2020, a settembre. Considerato ciò, è ipotizzabile settembre 2022 come mese di presentazione al pubblico, insieme ad iPhone 14 e al Series 8.

Scarseggiano le informazioni sulla data di annuncio, e lo stesso vale per quelle relative ai prezzi. Restando nel campo delle ipotesi, si potrebbe pensare ad un prezzo di partenza di 310 euro circa per il modello da 41 mm e di 340 euro circa per quello da 45 mm.

Design

Il primo è una “copia” di Apple Watch Series 4. Meno del Series 5, visto che manca l’always-on display.

Quest’ultima funzione dovrebbe mantenere il suo stato di esclusività per i modelli di più alta fascia, quindi è ipotizzabile la sua assenza anche su Apple Watch SE 2.

Apple Watch Series 7

Per quanto riguarda lo schermo, dimensioni e cornici prese in prestito da Apple Watch Series 7 sarebbero il minimo. Un passo indietro in questo senso è difficile da immaginare al momento e soprattutto risulterebbe arduo da digerire in futuro, dovesse verificarsi.

Funzionalità

Le app per la misurazione dell’ossigeno nel sangue e per eseguire un ECG probabilmente resteranno un’esclusiva degli smartwatch top di gamma.

Scontati invece i miglioramenti (per quanto possibile) delle funzionalità relative al monitoraggio della salute, del sonno e dell’attività fisica.

Si potrebbe dare per ovvia anche la versione GPS + Cellular, per utilizzare l’indossabile per chiamare e inviare messaggi senza dover dipendere dall’iPhone con cui è abbinato. Il prezzo di partenza per questo modello potrebbe essere compreso tra i 360 e i 400 euro.

Ti potrebbe interessare