HomeKit: HomePod mini & Apple TV conosceranno la posizione dell’utente a casa

Con HomePod mini e la prossima generazione di Apple TV, HomeKit saprà seguire la posizione dell’utente e dei dispositivi all’interno di casa.

Parliamo di

HomePod mini, lo smart speaker (relativamente) low-cost di Cupertino, e la prossima generazione di Apple TV regaleranno i superpoteri a HomeKit; grazie al chip Ultra Wideband integrato, infatti, consentiranno di conoscere la posizione di utenti e dispositivi all’interno di casa, per creare la domotica del futuro.

L’avevamo detto che Ultra Wideband sarebbe diventato la chiave di volta dell’ecosistema Apple, e le indiscrezioni di oggi lo confermano. Questo protocollo infatti permette di calcolare la distanza tra due dispositivi con una precisione nettamente superiore rispetto a Bluetooth LE e Wi-Fi.

Per il momento viene utilizzata per mostrare la posizione nello spazio degli utenti AirDrop in iOS 13, ma in futuro servirà per usi molto meno triviali. Per esempio, diventerà la tecnologia portante di AirTag, il portachiavi smart di Apple che sfrutta la rete mondiale di iPhone per aiutarci a ritrovare i nostri oggetti.

E questo è niente, perché nel nostro futuro c’è qualcosa di molto più interessante e fantascientifico. Secondo le indiscrezioni di Jon Prosser, HomePod mini (in arrivo a fine mese) e la prossima generazione di Apple TV con chip A14 (nel 2021) faranno anche da basi UWB. Ciò significa che potranno tracciare la posizione dei dispositivi con chip U1 all’interno di casa.

Tracciamento Smart Utenti

Ciò significa che, se un utente indossa ad esempio un Apple Watch Series 6, Apple TV saprà in quale stanza si trova, e potrà quindi implementare regole di domotica molto sofisticate su volume audio, luminosità ambientale, blocco porte e così via; di fatto trasforma qualunque gingillo Apple sufficientemente recente in un accessorio di domotica e in un antifurto smart:

HomePod mini & la nuova Apple TV agiranno da basi UWB:

  • Tracceranno con precisione la tua posizione mentre cammini in casa con altri dispositivi U1 indosso
  • Useranno queste informazioni per i controlli media, controlli volume/luce e per la chiusura delle serrature
  • Trasformeranno hardware comune in hardware HomeKit

Si può perfino usare nell’app Dov’è quando sei lontano da casa per sapere se i qualcuno ha spostato i tuoi dispositivi o li ha portati via da casa.

Il tutto reso possibile dalle potenzialità del chip A14, lo stesso che alimenta i primi Mac ARM, e che verrà implementato in varie forme su Apple TV e HomePod, per l’appunto. Affinché però questa feature funzioni davvero, occorre prima che il chip Ultra Wideband U1 venga integrato in tutti i prodotti Apple. E per questo ci vorrà qualche anno.

Ti potrebbe interessare
Proiezioni indicano che Apple potrebbe vendere 100 milioni di iPhone 5
iPhone 5

Proiezioni indicano che Apple potrebbe vendere 100 milioni di iPhone 5

Se il successo dell’iPhone 5 segue la tendenza tracciata dai modelli precedenti, allora è fortemente probabile che proietti Apple al primo o secondo posto fra i produttori di smartphone e che le vendite dell’iPhone 5 raggiungano il tetto dei 100 milioni di modelli venduti.Il mercato finora ha continuamente richiesto iPhone e questo si è riflesso

Immagini, e benchmark, per il Mac Pro
Mac Pro

Immagini, e benchmark, per il Mac Pro

Ma che bella tradizione scartare i prodotti Apple! Anche per i Mac Pro, ovviamente, si è fatto in fretta, e credo che il record spetti a Laslo Panaflex del forum di MacRumors. Con lui i postini non sono stati gentili, la scatola era un pochino rovinata, ma non è un problema. Guardate e ammirate il