IBM: siamo pronti per iPhone

Steve Jobs lo ripete dall’inizio dell’anno, un po’ in tutte le occasioni: iPhone deve sfondare anche nel mercato business. Per raggiungere questo obiettivo, Apple sta lavorando per portare sul proprio smartphone tutte le tecnologie più diffuse nel mondo dei professionisti, una torta che si spartiscono in 3 attori principali: Microsoft con Exchange, IBM con Lotus

Parliamo di


Steve Jobs lo ripete dall’inizio dell’anno, un po’ in tutte le occasioni: iPhone deve sfondare anche nel mercato business.
Per raggiungere questo obiettivo, Apple sta lavorando per portare sul proprio smartphone tutte le tecnologie più diffuse nel mondo dei professionisti, una torta che si spartiscono in 3 attori principali: Microsoft con Exchange, IBM con Lotus e Novell con Groupwise.

Per quanto riguarda Exchange, Apple ha fatto tutto in casa, predisponendo iPhone per dialogare con ActiveSync.
IBM, invece, si è dimostrata fin da subito interessata allo sviluppo per iPhone, e già a gennaio aveva annunciato il futuro sbarco di Lotus.
Ora il colosso di Armonk scopre le sue carte, mostrando i primi screenshot di Lotus iNotes: basato sulla piattaforma Lotus Domino Web Access, iNotes è una infrastruttura completamente web-based (il “credo” attuale di IBM) che mette a disposizione email, calendari e contatti agli utenti di iPhone che lavorano su reti aziendali basate su Lotus.

IBM ha già annunciato la volontà di rilasciare Lotus iNotes entro l’anno in corso, andando ad aggiungere un ulteriore tassello per rendere sempre più appetibile il “melafonino” in ambito enterprise.

Per quanto riguarda Novell, l’azienda avrebbe fatto trapelare il proprio interesse per la piattaforma. Non è chiaro se verrà messa a punto una soluzione ad hoc o la strategia sarà quella di avvicinare Apple e Rim: lo sbarco di Blackberry Connect su iPhone, di cui si rumoreggia da tempo, porterebbe tra le altre cose anche il supporto per l’infrastruttura di Novell Groupwise, grazie a Blacberry Enterprise Server.

[via]

Ti potrebbe interessare