Facetune: la chiave del successo su App Store sta nella fase di testing

Facetune dá la possibilità di ritoccare i ritratti sotto iOS in modo davvero semplice, grazie a una serie di algoritmi al alto livello. Queste funzionalità hanno permesso alla app di scalare le vette dell’App Store. Melablog ha contattato gli sviluppatori per saperne di più su questo successo.

Facetune è un programma di fotoritocco per iOS che si concentra nel migliorare i ritratti: rimuove brufoli e capelli grigi, ruge e migliore il sorriso. Facetune è stato rilasciata da meno di un mese ed è già segnalato nelle Scelte della Redazione di App Store, è apparsa come app della settimana in numerosi paesi ed è attualmente no. 1 nella categoria Foto e Video negli Stati Uniti e no.6 assoluto in Italia. Incuriositi da un tale immediato successo, abbiamo contattato gli sviluppatori per saperne di più sui meccanismi dell’App Store.

Facetune è un programma creato da un gruppo di esperti in Intelligenza Artificiale, che hanno messo assieme la propria esperienza per rilasciare una app per iOS. L’azienda Lightricks è basata a Gerusalemme, in Israele, ed è stata costituita con pochissimo capitale iniziale: 10.000$, circa 7800 euro. Il capitale è servito a costituire l’azienda e a pagare il designer, mentre il lavoro degli ingegneri è stato del tutto gratuito: “Non pensavamo di farci pagare da noi stessi“, dice Nir Pochter, l’esperto di Planning e Intelligenza Artificiale del gruppo. Alla fine rimaneva circa la metà della somma, per fare un’altra app nel caso Facetune non avesse avuto successo.

Se l’inizio è stato un po’ fuori dai canoni, dal punto di vista economico, la linea di sviluppo dell’app era ben chiara sin dal principio. Ci dice Pochter:

Tutti ci dicevano di fare un prodotto buono, di lanciarlo sull’App Store e poi stare a vedere la reazione del pubblico. Abbiamo dunque aspettato per avere un prodotto competo, rifinito nei dettagli, prima di metterlo in vendita sull’App Store. L’app doveva permettere a un non esperto di grafica di ottenere risultati alla portata dei professionisti.

Chiediamo quindi cosa significa esattamente “rifinito”, dato che programmare un’applicazione non sembra essere sufficiente per avere successo sull’App Store. Ci viene risposto che tutto sta nella fase di testing:

Tre di noi hanno una base in computer graphics e image processing; hanno quindi un’ottima conoscenza degli algoritmi allo stato dell’arte. Ma più di tutto ci ha aiutato la fase di testing: abbiamo fatto tantissimi test per essere veramente sicuri che l’app fosse facile da usare. Siccome non avevamo un budget per pagare i beta-tester, li abbiamo corrotti con birre e cioccolata!

La chiave del successo di pubblico sta quindi nel proporre un prodotto rifinito nei dettagli. Quando un’opinione non è sufficiente, è sempre una buona idea chiedere l’avviso di altri, a patto di avere una buona riserva di cioccolata da offrire!

Facetune dá la possibilità di ritoccare i ritratti sotto iOS in modo davvero semplice, grazie a una serie di algoritmi ad alto livello. Queste funzionalità stanno iniziando ad apparire sugli smartphone, come l’HTC One che integra il supporto software al ritocco dei ritratti, ma in modo meno dettagliato di quanto offre Facetune. In ogni modo, il mercato va nella direzione di programmi con un’interfaccia semplice; sembra proprio che i ragazzi di Facetune stiano cavalcando l’onda giusta.

Facetune
Facetune
Facetune
Facetune
Facetune
Facetune, prima e dopo
Facetune, prima e dopo

Ti potrebbe interessare