Le vendite di iMac aumentano del 31% negli Stati Uniti

Gene Munster, celebre analista di Piper Jaffray, ha pubblicato un nuovo report sulle vendite di Mac nel mese di gennaio, utilizzando i dati forniti dalla società di analisi NPD, relativi alle vendite di computer negli Stati Uniti.

Secondo questi dati le vendite di iMac sono aumentate del 31% rispetto a gennaio 2012, nonostante la crisi del settore ed il periodo non molto propizio per le vendite di prodotti elettronici a ridosso delle festività natalizie.

Il motivo di questa impennata risiede molto probabilmente nel fatto che Apple è riuscita finalmente a consegnare diversi esemplari di iMac che erano già stati ordinati dai clienti, ma le cui consegne erano slittate a causa dei noti problemi di produzione.

Apple aveva annunciato i nuovi iMac dal profilo sottile lo scorso ottobre, ma non aveva raccolto ordini fino alla fine di novembre per i modelli da 21 pollici, mentre per gli iMac da 27 pollici le prime consegne con il contagocce sono iniziate solo verso metà dicembre.

Rimane quindi da vedere se questo exploit di vendite si ripeterà anche nei mesi successivi o se verrà mantenuto il trend negativo che vede scendere le vendite di Mac del 5% ad ogni trimestre, una flessione che in misura maggiore coinvolge le vendite di personal computer in generale.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: