Apple rallenta sui pagamenti online

Niente rivoluzione dei micropagamenti targata Apple con iPhone 5 ed NFC. A dire del Wall Street Journal, infatti, Cupertino avrebbe optato per un approccio più cauto.

Parliamo di

In seguito alla presentazione di Passbook in iOS 6 al WWDC 2012, a molti -compresi noi di Melablog– è subito venuto in mente un sistema di micropagamenti On the Cloud per la prossima generazione di iPhone, magari dotata di chip e antenna NFC. E invece no; a quanto si legge sul Wall Street Journal, Apple avrebbe invece deliberatamente scelto un approccio più cauto, in attesa che il mercato si schiarisca le idee.

Sappiamo per certo che l’argomento solletica da tempo l’ingegno di Cupertino e non sono mancate in passato dimostrazioni pratiche delle potenzialità in gioco. Peccato però che, contrariamente al solito, questa volta la mela abbia preferito stare alla finestra a guardare gli sviluppi:

Quella di fare un passo indietro sui pagamenti mobili è stata una scelta consapevole, il risultato di una lunga discussione lo scorso anno. Alcuni ingegneri Apple tifavano per un approccio più aggressivo che avrebbe potuto integrare i pagamenti in modo più diretto.
Ma i dirigenti Apple scelsero la strada dell’approccio lento, almeno per ora. Un portavoce Apple si è rifiutato di rilasciare commenti sul processo decisionale. Il responsabile del marketing globale di Apple, Phil Schiller, in una intervista del mese scorso ha affermato che i servizi di pagamento mobile digitale stanno “tutti lottando per un pezzo della torta, ma noi ce ne asterremo.”

In un qualche momento del passato, quindi, Apple ha preso seriamente in considerazione la possibilità di lanciarsi nel settore; e non si parlava soltanto di facilitare i pagamenti ai commercianti, ma persino di trasformare la società in qualcosa di simile ad una banca. Una delle ipotesi iniziali era di accordarsi con gli attuali intermediari creditizi pretendendo da questi ultimi una percentuale sulle transazioni, ma il tutto si è risolto in un nulla di fatto.

Passbook, insomma, non costituirà il trampolino per lanciarsi nel mondo dei micropagamenti: semmai, è un semplice compromesso intanto che gli operatori di mercato si decidano una buona volta.

Ti potrebbe interessare
Philips Hue Lampadina Smart LED, sconto di oltre 18€ su Amazon
iPhone

Philips Hue Lampadina Smart LED, sconto di oltre 18€ su Amazon

Le lampadine Philips Hue LED, con luce bianca o colorata, completamente dimmerabili, gestibili senza fili sono disponibili su Amazon con uno sconto superiore ai 18€. Di solito costano 64€ e talvolta perfino 70€, ma oggi te le porti a casa a 46€ tutto incluso.Acquista Philips Hue LED,White & Color Ambiance, Bluetooth (attacco E27) a 46€ invece di

iPhone 15 Pro, Apple si prepara a produrre il display
iPhone

iPhone 15 Pro, Apple si prepara a produrre il display

Anche se manca più di un anno al debutto di iPhone 15 e non abbiamo ancora neppure visto iPhone 14, Apple deve giocare d’anticipo. Non sorprende dunque che stia già facendo le prime mosse per produrre il display di iPhone 15 Pro.Cosa sono i Display LTPO?In base alle voci di corridoio riportate da The Elec,

HeroBook Air, clone del MacBook Air in super offerta a 160€
iPhone

HeroBook Air, clone del MacBook Air in super offerta a 160€

Lungi da noi appoggiare Windows, ma diciamoci la verità: talvolta si ha bisogno di un altro computer di supporto leggero e compatto da utilizzare per navigazione, scrittura e posta elettronica; qualcosa da affiancare al glorioso Mac, ma che non costi così tanto. E questa è l’occasione per portarsi a casa un discreto prodotto, dal design