Bloccare il tracciamento utenti su Mail per Mac e iPhone

Ogni volta che ricevete posta elettronica su Mac o iPhone, la vostra privacy è a rischio. Ecco come bloccare il tracciamento Mail.

Parliamo di

Come fa il capo -o una società di marketing- a sapere che avete ricevuto una mail? Su Windows infatti esistono le ricevute di lettura, ma su Mac e iPhone? Ecco come fanno a tracciare le vostre mail, a sapere se le avete ricevute, e soprattutto come bloccare immediatamente questa violazione della privacy.

Leggi anche: Richiesta Tracciamento Attività: Attivazione e Risoluzione Problemi

Il trucco è semplice: basta infilare nella mail il collegamento ad una immagine esterna, anche minuscola o invisibile; in effetti basta un singolo pixel. Ma quando il client la scarica, il server remoto sa che l’avete richiesta, e dunque sa che il messaggio è andato in porto e quando. Addirittura, grazie a metodi di profilazione molto aggressiva, alcune piattaforme di marketing sanno pure dove vi trovavate al momento del fatidico clic, e possono incrociare i dati per sapere molto, molto di più su di voi, sui vostri gusti e sugli acquisti.

Bloccare il Tracking Mail

Se ne evince che, per impedire il tracciamento delle mail, è sufficiente impedire all’app di scaricare immagini esterne. Cosa che può essere fatta sia su Mac che su iPhone e iPad, in questo modo.

  • Blocco Immagini Esterne su Mac: Aprite le Preferenze di Mail e, nella sezione Vista, disattivate la spunta alla voce “Carica contenuto remoto dei messaggi”
  • Blocco Immagini Esterne su iOS: Aprite Impostazioni → Mail e disattivate la voce “Carica immagini remote”

Da questo momento in poi, eventuali pixel di tracking non verranno più caricati automaticamente; per bypassare il blocco e scaricare comunque le immagini, basterà fare clic su “Carica contenuto remoto” sul messaggio di avviso che compare in cima alla mail.

iOS 15 e macOS Monterey: Anti-Tracking Potenziato

Con iOS 15 e macOS Monterey le cose miglioreranno ulteriormente. Coi nuovi sistemi operativi Apple non si limita a bloccare solo i contenuti grafici e tracking pixel: ha implementato un’intera suite di controffensive che consentiranno di evitare abusi e profilazione. Si chiama Protezione della privacy di Mail e arriva perfino a nascondere il vostro IP; Apple la spiega così:

Nell’app Mail, “Protezione della privacy di Mail” impedisce ai mittenti di usare pixel invisibili per raccogliere informazioni sull’utente. Questa nuova funzione contribuisce a impedire che i mittenti sappiano quando l’utente apre un’email, e nasconde l’indirizzo IP dell’utente in modo che non possano collegarlo alle altre sue attività online o usarlo per determinare la sua posizione.
Da vari anni, il sistema antitracking intelligente di Safari aiuta a proteggere l’utente da tracciamenti indesiderati utilizzando il machine learning on‑device per bloccare i tracker, senza compromettere il normale funzionamento dei siti web. Quest’anno Intelligent Tracking Prevention diventa ancora più efficace, perché nasconde anche l’indirizzo IP dell’utente ai tracker in modo che non possano usarlo come identificatore univoco per tracciare la sua attività su altri siti web e creare un suo profilo.

Per abilitare Protezione della privacy di Mail su iPhone e iPad aggiornati a iOS 15 e iPadOS 15, è sufficiente aprire Impostazioni → Mail e attivare la voce Protezione privacy di Mail. Su macOS Monterey, invece, il percorso è Mail → Preferenze → Privacy.

Nota bene: Ovviamente, se cliccate sui link contenuti nella mail o interagite in qualche modo con essa, il mittente saprà che l’avete fatto, e che siete proprio voi; la differenza è che Apple blocca tutto il tracciamento che avviene in background e a vostra insaputa.

Ti potrebbe interessare