QR code per la pagina originale

ToTok: se avete quest’app, disinstallatela ORA

Su App Store è stata identificata un'app che spia gli utenti, commissionata dal governo degli Emirati Arabi Uniti. Se per qualche ragione l'avete installata, eliminatela immediatamente.

,

Aggiornamento del 2 gennaio 2020

Aggiornamento: In queste ore, il co-fondatore dell’app di messaggistica ToTok -finita nell’occhio del ciclone in seguito ad un report che la denuncia come uno strumento per spiare gli utenti- ha fatto ammenda e ha ufficialmente chiesto ad Apple e Google di revocare il ban; ban che “sta profondamente impattando la società e mettendo a rischio tutti gli sforzi fatti.” Anche perché, negli Emirati Arabi Unti app come FaceTime, WhatsApp e Skype non funzionano, e ad oggi ToTok era l’unica app VoIP completamente gratuita e priva di pubblicità approvata dal governo.

Dalla società negano ogni accusa di spionaggio degli utenti, e insistono: “Sin dal momento della rimozione della nostra app dagli App Store, abbiamo lavorato gomito a gomito coi team di revisione per risolvere tutte le preoccupazioni, e ora ToTok risulta conforme a tutte le richieste.” Se e quando tornerà online, non è dato sapere; intanto, resta in essere il consiglio di non installarla, e di eliminarla se per qualche ragione l’avevate installata.

La Defenstrazione

Apple ha rimosso da App Store un’app chiamata “ToTok” (da non confondere con TikTok) che, a dire del New York Times, veniva utilizzata dagli Emirati Arabi Uniti per spiare gli utenti. Massima allerta, dunque, e se l’avete scaricata eliminata subito.

iPhone & Privacy: ecco come ci spiano 24 ore su 24

Stando a quanto riportato dal quotidiano, che cita funzionari dei servizi segreti, l’app veniva utilizzata per carpire la lista contatti e tracciare gli spostamenti degli utenti attraverso una funzione di meteo localizzato.

Nell’accordo di licenza di ToTok si legge che l’app “può condividere i tuoi dati personali con altre società del gruppo” ma in realtà pare che sotto ci sia molto di più, e molto di peggio; sarebbero stati infatti individuati collegamenti con DarkMatter, una società di cybersicurezza di Abu Dhabi finita sotto il microscopio del’FBI per possibili cybercrimini. Pare che sussista anche un legame con Pax AI, un’altra società di Abu Dhabi specializzata in data mining.

Per tutto il tempo in cui è stata disponibile, ToTok è stata scaricata da milioni di utenti soprattutto in Medio Oriente, dove WhatsApp, Skype e FaceTime sono bloccate o parzialmente bloccate; ma purtroppo molti download si sono verificati anche nel Nord America, in Europa, in Asia e in Africa. Complice un nome ammiccante, molto simile alla popolare TikTok.

Smettere di utilizzare l’app non è sufficiente: dovete disinstallarla del tutto e questo comunque è solo un palliativo: non c’è modo infatti di sapere quali e quanti dati siano stati inviati. Un bello smacco per la sicurezza su App Store.

Video:Disattivare Pubblicità Politiche su Facebook