QR code per la pagina originale

Apple CarPlay, ancora più auto supportano iPhone (e addio abbonamenti)

A pochi giorni dall'apertura del Los Angeles Auto Show, le case automobilistiche hanno ufficialmente presentato i nuovi modelli compatibili con Apple CarPlay. Ecco la lista aggiornata.

,

Aggiornamento del 5 dicembre 2019

In anticipo sul New York International Auto Show, lo scorso aprile, diverse case automobilistiche presentarono ufficialmente i nuovi modelli compatibili con Apple CarPlay. Ma ce n’è una -BMW- che spiccava su tutti perché costringeva gli utenti a pagare un abbonamento annuale per poter utilizzare la feature. Quei costa ricorrenti ora sono stati aboliti.

Apple CarPlay: sempre più utenti lo richiedono [Sondaggione]

Il numero degli utenti che pretende CarPlay sulla nuova auto -e che sarebbe disposto a spendere un premium per questo privilegio- continua a crescere; eppure i produttori insistono a infilarne il supporto solo sui modelli di punta (e neppure in tutti; all’appello mancano blasoni del calibro di Jaguar, Land Rover, and Range Rover e perfino le Lexus RX L e le Infiniti QX50 del 2019). Gli altri devono combattere con navigatori poco user-friendly, servizi di dubbia utilità e streaming radio sconosciuti.

Il supporto a CarPlay, infatti, consentirebbe di usare le mappe di sistema dell’iPhone, l’app Messaggi, l’app Musica, alcune applicazioni di terze parti e le funzionalità hands-free. Ecco l’elenco delle ultime vetture a introdurre CarPlay:

2020 Toyota Highlander
2020 Nissan Versa
2020 Hyundai Venue
2018 BMW i3
2018 BMW 6 Series Gran Turismo
2018 Hyundai Kona
2018 Jeep Wrangler
2018 Mitsubishi Eclipse Cross
2018 Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid Sport Turismo
2019 Audi A8
2019 Genesis G70
2019 Lincoln MKC
2019 Lincoln Nautilus
2019 Mercedes-Benz CLS
2019 Porsche Cayenne
2019 Subaru Ascent
2019 Volvo XC40

Tra l’altro, il Toyota Highlander del 2020 avrà un Touchscreen da 12.3″ nei modelli di punta e uno da 8″ negli altri, ma tutti supporteranno Android Auto, Amazon Alexa, Waze, SiriusX e la connessione WiFi.

Pare che a queste si aggiungeranno anche la Volkswagen Tiguan R-Line del 2018, la Kia Sorento del 2019, e la Chevrolet Corvette ZR1 del 2019, coupé e berlina, ma manca la conferma ufficiale. La vera notizia tuttavia è un’altra: fino ad oggi, per attivare CarPlay sulle proprie auto, BMW imponeva un abbonamento annuale di circa 95€; una decisione unica nel panorama automobilistico e piuttosto impopolare, che le ha causato parecchie critiche. Ora invece cambia tutto: i possessori dell’ultima versione del sistema di infotainment ConnectedDrive accederanno a CarPlay gratuitamente; quelli fermi a versioni più vecchie, tipo i possessori di i3 e i8 invece dovranno sostenere un costo una tantum per l’upgrade.

Su questa pagina del sito Apple trovate la lista completa di tutte le auto compatibili con CarPlay.

Video:CyberPhone, l’iPhone 11 pro modificato col design del Teslatruck