Apple CarPlay, ancora più auto supportano iPhone (e addio abbonamenti)

A pochi giorni dall’apertura del Los Angeles Auto Show, le case automobilistiche hanno ufficialmente presentato i nuovi modelli compatibili con Apple CarPlay. Ecco la lista aggiornata.

Parliamo di

Aggiornamento del 5 dicembre 2019

In anticipo sul New York International Auto Show, lo scorso aprile, diverse case automobilistiche presentarono ufficialmente i nuovi modelli compatibili con Apple CarPlay. Ma ce n’è una -BMW- che spiccava su tutti perché costringeva gli utenti a pagare un abbonamento annuale per poter utilizzare la feature. Quei costa ricorrenti ora sono stati aboliti.

Apple CarPlay: sempre più utenti lo richiedono [Sondaggione]

Il numero degli utenti che pretende CarPlay sulla nuova auto -e che sarebbe disposto a spendere un premium per questo privilegio- continua a crescere; eppure i produttori insistono a infilarne il supporto solo sui modelli di punta (e neppure in tutti; all’appello mancano blasoni del calibro di Jaguar, Land Rover, and Range Rover e perfino le Lexus RX L e le Infiniti QX50 del 2019). Gli altri devono combattere con navigatori poco user-friendly, servizi di dubbia utilità e streaming radio sconosciuti.

Il supporto a CarPlay, infatti, consentirebbe di usare le mappe di sistema dell’iPhone, l’app Messaggi, l’app Musica, alcune applicazioni di terze parti e le funzionalità hands-free. Ecco l’elenco delle ultime vetture a introdurre CarPlay:

2020 Toyota Highlander
2020 Nissan Versa
2020 Hyundai Venue
2018 BMW i3
2018 BMW 6 Series Gran Turismo
2018 Hyundai Kona
2018 Jeep Wrangler
2018 Mitsubishi Eclipse Cross
2018 Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid Sport Turismo
2019 Audi A8
2019 Genesis G70
2019 Lincoln MKC
2019 Lincoln Nautilus
2019 Mercedes-Benz CLS
2019 Porsche Cayenne
2019 Subaru Ascent
2019 Volvo XC40

Tra l’altro, il Toyota Highlander del 2020 avrà un Touchscreen da 12.3″ nei modelli di punta e uno da 8″ negli altri, ma tutti supporteranno Android Auto, Amazon Alexa, Waze, SiriusX e la connessione WiFi.

Pare che a queste si aggiungeranno anche la Volkswagen Tiguan R-Line del 2018, la Kia Sorento del 2019, e la Chevrolet Corvette ZR1 del 2019, coupé e berlina, ma manca la conferma ufficiale. La vera notizia tuttavia è un’altra: fino ad oggi, per attivare CarPlay sulle proprie auto, BMW imponeva un abbonamento annuale di circa 95€; una decisione unica nel panorama automobilistico e piuttosto impopolare, che le ha causato parecchie critiche. Ora invece cambia tutto: i possessori dell’ultima versione del sistema di infotainment ConnectedDrive accederanno a CarPlay gratuitamente; quelli fermi a versioni più vecchie, tipo i possessori di i3 e i8 invece dovranno sostenere un costo una tantum per l’upgrade.

Su questa pagina del sito Apple trovate la lista completa di tutte le auto compatibili con CarPlay.

Ti potrebbe interessare
HomePod mini sbarca in Italia, in 3 nuovi colori
iPhone

HomePod mini sbarca in Italia, in 3 nuovi colori

Le notizie sono due. Primo, HomePod mini finalmente debutterà sul mercato italiano come aveva anticipato Cupertino nei mesi scorsi. L’altra è che, con un ritardo abissale sui concorrenti, lo smart speaker di Apple arriva in colori multipli. Feature di HomePod Piccolo ma Potente Prezzi e Disponibilità Feature di HomePodOltre che in Grigio Siderale e Bianco,