La Russia contro le emoji omosessuali nei dispositivi Apple

In Russia la polizia s’interessa alle emoji presenti nei dispositivi di Apple: violerebbero le leggi anti-gay.

Le emoji di Apple non piacciono alla Russia. Dopo campagne analoghe nei confronti di Eurovision Song Contest e Game of Thrones, la nazione ha infatti preso di mira le immagini inserite nei dispositivi dell’azienda americana, in particolare per quanto riguarda le coppie omosessuali.

Le emoji con coppie dello stesso sesso sarebbero sotto indagine da parte della polizia della regione di Kirov, ree a quanto pare di violazione nei confronti della famigerata legge che vieta la propaganda tramite qualsiasi di relazioni sessuali non tradizionali ai minori. La stessa che dal 2013 (anno di entrata in vigore) a oggi ha creato non pochi problemi agli attivisti LGBT sul suolo russo.

A non avere di meglio da fare che occuparsi di questo caso è stato l’avvocato Yaroslav Mikhailov, che a quanto pare avrebbe spinto la polizia di Kirov a dare il via alla procedura: nel caso in cui Apple sia effettivamente dichiarata colpevole della violazione, rischia una multa intorno agli 11.000 euro e una sospensione di tre mesi sul territorio russo.

Via | Qz.com

Ti potrebbe interessare