Sony si arrende all’AAC

SONY, alla fine, ha alzato bandiera bianca e ha cominciato a legittimare il predominio di Apple nel mondo della musica digitale. Il primo passo di questa nuova tendenza è rappresentato dall’introduzione del supporto al formato audio AAC, lo standard sviluppato da Apple, per i propri player. Paradossalmente SONY è passata in poco tempo dall’azienda più

SONY, alla fine, ha alzato bandiera bianca e ha cominciato a legittimare il predominio di Apple nel mondo della musica digitale. Il primo passo di questa nuova tendenza è rappresentato dall’introduzione del supporto al formato audio AAC, lo standard sviluppato da Apple, per i propri player.

Paradossalmente SONY è passata in poco tempo dall’azienda più autarchica in fatto di codec audio, sostenendo per lungo tempo solo il suo ATRAC3, alla produttrice di player con il più ampio ventaglio di codec disponibile: oltre ad AAC e ATRAC, infatti, la maggior parte dei player SONY è in grado di riprodurre file MP3 e WMA.

A questo punto manca solo l’AAC protetto (quello dei file del iTMS) ma crediamo che un accordo in questo senso sia tutt’altro che probabile…

Ti potrebbe interessare