QR code per la pagina originale

5 ragioni per cui Apple Watch potrebbe seppellire Apple CarPlay

Ora che c'è Apple Watch, Apple CarPlay perde all'improvviso parte del suo fascino e rischia di addirittura di finire nel dimenticatoio. Per almeno 5 buone ragioni.

,


Apple CarPlay è una sorta di estensione delle funzionalità dell’iPhone sul display dei dispositivi di bordo dell’auto. Per funzionare, tuttavia, ha bisogno del supporto ufficiale da parte del produttore, e al momento solo una trentina di marchi ha lanciato o promesso modelli compatibili; a cui si aggiungono le autoradio Alpine e Kenwood per il mercato aftermarket. Ma è una tecnologia non sempre all’altezza delle aspettative, che si sta diffondendo molto lentamente; ecco perché rischia di essere travolta e resa superflua da un altro prodotto con la mela: Apple Watch.

Prezzo

Per avere il privilegio di utilizzare CarPlay occorre cambiare automobile e scegliere un modello ufficialmente compatibile; in alternativa, ci sono le autoradio con display, ma i prezzi partono da 500€ e si spingono fino a 1.200€ per un aggeggio da usare solo al volante. Apple Watch, invece, permette di avere Siri a portata di polso -compresi i controlli di riproduzione e le mappe- a un costo molto più contenuto che parte da 350€.

Insomma, un’autoradio da 60€ più Apple Watch costano meno e grossomodo fanno le stesse cose. Anzi, Apple Watch ne fa qualcuna in più.

Audiomessaggi

Con iOS 8 Apple ha introdotto i Messaggi Audio, una feature che verrà utilizzata massicciamente dai possessori di Apple Watch. Peccato che Siri non sia in grado né di registrarne né di inviarne, il che significa che non può neppure CarPlay. E i Messaggi Audio sono l’ammissione implicita che la comprensione di Siri è spesso inefficace e pericolosa, soprattutto se siamo alla guida.

Hey Siri

In linea puramente teorica, basta dire “Hey Siri” perché l’iPhone attivi CarPlay, e metta il microfono dell’auto in attesa dei comandi vocali. Purtroppo, il microfono dell’auto non è sempre attivo in attesa del vostro “Hey Siri”; quel compito spetta al microfono dell’iPhone, ma se il telefono è posizionato male o coperto di robaccia, potrebbe non sentire le vostre richieste.

Praticità

Apple Watch è sempre collegato in wireless con l’iPhone; CarPlay invece ha bisogno di una connessione via cavo. E quando lo connettete, ci vuole una quindicina di secondi per attivare l’interfaccia e dare l’ok all’avviso di sicurezza.

Volendo si può anche impostare il tutto via Bluetooth, ma in questo modo si perde la proiezione delle mappe e gli altri servizi; spesso funzionano solo le feature audio e musicali.

Sicurezza

Per quanto piccolo, il display di Apple Watch è Retina e ottimizzato per essere consultato all’aperto. In più, lo indossiamo sul polso, che a sua volta sta davanti ai nostri occhi proprio sopra il volante. Ciò lo rende in linea teorica più sicuro -o meno pericoloso- di uno sguardo al display dell’autoradio.