iWatch & iPhone 6, un dipendente GT conferma la copertura in Vetro Zaffiro

Un ex-dipendente GT si è lasciato scappare due parole di troppo sulle intenzioni di Apple riguardo iWatch ed iPhone 6. Si parla del mitologico Vetro Zaffiro.

Parliamo di


La vulgata corrente racconta che Apple abbia stretto accordi con GT Advanced Technologies per la copertura in Vetro Zaffiro destinata ai display di iPhone 6, e neppure tutti; pare che almeno in primo momento sarà appannaggio esclusivo del modello più costoso e performante da 5,5″. In realtà, però, né l’una né l’altra hanno mai ammesso pubblicamente lo scopo dell’alleanza, né l’hanno circoscritta al solo campo della telefonia mobile. Ecco perché, alla fin fine, iWatch riemerge sempre, soprattutto ora che un ex-dipendente della società si è lasciato scappare qualche parola di troppo.

Allo stato attuale, Apple utilizza già il Vetro Zaffiro per proteggere la lente del modulo fotocamera, e per la superficie del Touch ID; tutte “comparsate” che anticipano un ritorno da protagonista con le future generazioni; a Cupertino stanno semplicemente attendendo che la tecnologia sia in grado di sostenere i ritmi di produzione del materiale necessari a soddisfare la domanda, ma purtroppo su questo fronte le bocche restano cucite.

Ecco perché, in un simile contesto, le parole scritte da Paul Matthews, ex-product manager GT, assumono una valenza molto interessante. Matthews ha rappresentato la chiave di volta del rapporto tra Apple e GT; è l’uomo che ha convinto la mela ad abbandonare il Gorilla Glass nei dispositivi mobili. Nel suo profilo LinkedIn si legge:

Ha lavorato con GT Advanced Technology per aiutare a vendere ad Apple l’idea del vetro zaffiro come copertura per i dispositivi mobili […].
Dopo aver curato il marketing e venduto le fornaci avanzate di vetro zaffiro (ASF), ha individuato nel mercato LED indirizzato ai rivestimenti degli schermi mobili una possibile area di espansione; ha quindi condotto una campagna di marketing focalizzata e sviluppato un modello di costo in tutta la catena delle forniture che ha portato il Vetro Zaffiro sui display mobili di Apple.

Matthews ha lavorato 3 anni in GT, per poi passare a Applied Materials; e sebbene non nomini apertamente né iPhone né iWatch, è evidente che alluda a questi ultimi quando parla di “display mobili.” E la tendenza, dopo investimenti tanto imponenti, non può che estendersi ragionevolmente al numero più grande possibile di prodotti in cantiere. Sempreché la scorte e i ritmi nelle fornaci siano adeguati alle richieste di Apple, si intende, tanto più che su questo punto non esistono certezze: alcuni analisti ipotizzano addirittura che la tecnologia non sia ancora pronta per iPhone 6, e che finisca col debuttare su schermi più piccoli (tipo iWatch) o addirittura con la prossima generazione di iPhone. La verità sarà resa nota domani, alle 19:00 ora nostrana.

L’evento Apple dedicato ad iPhone 6 -e forse anche ad iWatch- si terrà martedì sera alle 19:00 in una location d’eccezione che nasconde pure un mistero. Tutti pronti per il Live di Melablog?

Ti potrebbe interessare
Microsoft: tornano gli spot “I’m a PC” contro Apple
iPhone

Microsoft: tornano gli spot “I’m a PC” contro Apple

Ricorderete la campagna pubblicitaria della serie I’m a PC lanciata da Microsoft per rispondere all’omologa “I’m a Mac” di Apple. In un mondo sempre più mobile e per sviare l’attenzione dall’ultima moda high-tech del momento, ovvero il tablet, Microsoft tenta di arginare l’avanzata di Android ed iPad riesumando lo slogan delle vecchie réclame.Ha iniziato ad

Apple blinda iPhone e Mac con viti fuori standard
iPhone MacBook Air MacBook Pro

Apple blinda iPhone e Mac con viti fuori standard

Secondo i ragazzi di iFixit, a Cupertino sarebbe in atto un piano mefistofelico per impedire agli utenti di curiosare nell’hardware Apple e magari farsi da sé qualche riparazione low cost. Tutti gli ultimi iPhone, MacBook, MacBook Pro e MacBook Air infatti (compresi quelli restituiti dall’assistenza) sono stati blindati con un nuovo formato di vite non

Jef Raskin ed il suo rapporto con Steve Jobs
iPhone

Jef Raskin ed il suo rapporto con Steve Jobs

Paul Siebel lo scorso anno ha pubblicato un libro intitolato Coders at Work. Il libro è una vecchia raccolta di interviste a 19 personalità di spicco nel firmamento dello sviluppo software, si tratta di 15-20 pagine per ogni personaggio. Tra i tanti intervistati c’è anche Jef Raskin, il creatore del progetto Macintosh di Apple.L’intervista parla

Adobe corregge gli errori in Photoshop Express
Applicazioni iPad Software Apple

Adobe corregge gli errori in Photoshop Express

L’uscita di Photoshop Express su iPad e su altri dispositivi mobili, ha suscitato non poche polemiche presso gli utenti. Infatti pare i bug siano tanto numerosi da rendere il software di Adobe particolarmente instabile.Adobe ha reagito rapidamente e rilasciato un aggiornamento del software. La nuova versione 1.3.1 di Photoshop Express è disponibile su App Store

Korea Times: iPhone 4G ad aprile, con OLED e VideoChat
iPhone

Korea Times: iPhone 4G ad aprile, con OLED e VideoChat

Un articolo del Korea Times afferma con estrema certezza che l’iPhone di quarta generazione potrebbe essere introdotto molto presto, addirittura ad aprile, e che porterà con sé una gran quantità di nuove caratteristiche, come lo schermo OLED, la videocamera frontale ed un LED Flash.Un anonimo dirigente KT avrebbe affermato che il lancio dell’iPhone 4G è

Ritorna per O2 la formula “Pay&Go” con iPhone 3G
iPhone 3G

Ritorna per O2 la formula “Pay&Go” con iPhone 3G

O2, l’operatore di telefonia mobile inglese, ha annunciato sul proprio portale che dal 16 Settembre, l’iPhone 3G sarà acquistabile con la formula “Pay&Go”. La formula prevede l’acquisto del dispositivo senza la sottoscrizione di alcun contratto. O2 ha anche reso pubblici i relativi costi: iPhone 3G 8Gb: £ 349,99 (€ 429,56) iPhone 3G 16Gb: £ 399,99