QR code per la pagina originale

Apple e il labirinto delle cause legali sugli smartphone

,

Apple è immischiata in diverse battaglie legali contro compagnie di un certo peso, in particolare nel mondo della telefonia (ma non solo) dove Cupertino difende a denti stretti le innovazioni che ha lanciato. L’ultima in data è la causa legale intentata da Apple contro Samsung, accusandola di aver copiato l’aspetto di alcuni prodotti. Ma per Apple rimangono aperti diversi fronti legali, illustrati nel grafico qui sopra che descrive l’intreccio di cause legali del mondo della telefonia mobile. A parte l’alleanza Nokia-Microsoft, appaiono anche le compagnie con cui Google collabora su Android. Per Apple invece, risaltano le dispute su brevetti con HTC, Motorola, Kodak, Nokia e Google.

Per dirla tutta, Apple attacca Google indirettamente, denunciando compagnie legate a Google e che violerebbero brevetti di proprietà di Apple. D’altra parte, le cause legali contro HTC, Kodak, Motorola e Nokia stanno andando avanti da qualche tempo e in tutte queste Apple è citata in giudizio dai suoi concorrenti.

Nel caso di HTC, Apple aveva denunciato la compagnia per la violazione di 20 suoi brevetti legati alla telefonia mobile nel 2010. Nel maggio dello stesso anno, HTC contro-denunciava Apple per la violazione di 5 suoi brevetti, di cui due riguardano la gestione del risparmio energetico, due la personalizzazione di quadranti telefonici e l’ultimo la composizione veloce di numeri.

Le cause che vedono implicate Apple e Kodak iniziarono nel gennaio 2010, quando Eastman Kodak denunciò Apple e RIM per la violazione di diversi brevetti di sua proprietà. Era il passo conclusivo di una lunga e infruttuosa trattativa, nella quale Kodak non era riuscita a convincere le compagnie a pagare per l’uso dei suoi brevetti, mentre ne aveva venduto l’uso a 30 altre società, tra cui Motorola e Nokia. In risposta, Apple denunciò Kodak per la violazione di 2 brevetti registrati a nome suo.

Lo stesso scenario si è proposto nel caso di Motorola: dopo una denuncia ad ottobre 2010 di Motorola contro Apple, la stessa Apple citò in giudizio Motorola, per la violazione di alcuni brevetti relativi al mutitouch. Secondo Apple, gli smartphone di Motorola fanno uso di funzioni multitouch già registrate a suo nome.

La guerra sui brevetti tra Nokia ed Apple invece non approderà in un’aula di tribunale prima della metà del 2012. Nell’ottobre 2009, Nokia citò in giudizio Apple per violazione di brevetti riguardanti l’utilizzo degli standard GSM, UMTS e wireless LAN (WLAN), richiedendo il pagamento delle licenze di utilizzo; una cifra di oltre 1 miliardo di dollari. A distanza di due mesi, Apple rispose presentando a sua volta una controquerela per la violazione di brevetti, questa volta relativi all’iPhone.

Nel grafico sono considerate unicamente le compagnie telefoniche di un certo rilievo e unicamente le cause che riguardano gli smartphone. Probabilmente vi sono alleanze tra colossi dell’industria degli smartphone che non sono ancora note e che non appaiono qui. Neanche appaiono le cause legali vinte (o perse) da Apple: il grafico riporta unicamente la situazione attuale nei tribunali.

Labirinto delle cause legali della telefonia   [Via Technologizer]