Dell: iPad non ha speranze nel mercato enterprise

[Image courtesy of Flickr]Il capo del marketing globale di Dell Andy Lark si è sbottonato su Apple e il suo iPad durante una intervista con CIO Australia. Tra le premonizioni, il fallimento ineluttabile del tablet con la mela sotto la pressione dei competitor basati su Android e Windows, soprattutto nel mercato enterprise, e una serie


[Image courtesy of Flickr]

Il capo del marketing globale di Dell Andy Lark si è sbottonato su Apple e il suo iPad durante una intervista con CIO Australia. Tra le premonizioni, il fallimento ineluttabile del tablet con la mela sotto la pressione dei competitor basati su Android e Windows, soprattutto nel mercato enterprise, e una serie di altre dichiarazioni che fanno sollevare il sopracciglio. Il futuro, a suo dire, è multi-piattaforma e a basso costo: ecco perché iPad sarà schiacciato.

Nonostante il riconoscimento degli eccellenti risultati fiscali conseguiti da Apple, la convinzione è che l’iPad sia assolutamente non idoneo per il mercato aziendale, in particolar modo a causa dei costi eccessivi e della chiusura dell’OS:

Non potrei essere più felice del mercato che Apple ha creato e tirato su con entusiasmo ma nel lungo termine vinceranno i sistemi aperti, potenti ed economici, e non quelli chiusi, proprietari e costosi. Apple è perfetta quando hai un sacco di soldi e vivi su un’isola. Non è questo granché quando devi vivere in una società connessa, aperta e diversificata; cose semplici diventano piuttosto complesse.

Si tratta di una visione un filo unilaterale del problema, perché in tutta onestà -almeno fin’ora- Cupertino è l’unica nell’intero panorama dell’ICT che sembra averci capito qualcosa del formato tablet, e poi la sezione del sito Apple dedicata all’enterprise non sembra affatto scarna come ventilato da Lark. Ma fino a qui è niente, rispetto a ciò che dirà poco dopo.

A suo dire, infatti, le società non salteranno affatto sul treno dello sviluppo per iPad, visto che “con tastiera, mouse e case si arriva a 500 – 600 di spesa; più del doppio di quanto originariamente prospettato.” Il che sorprende per diversi motivi: innanzitutto, perché non è vero. Un iPad 2 da 16 GB in versione WiFi con l’Apple Keyboard, il dock e la SmartCover (a proposito, è eccezionale, provatela) raggiunge i 66 più tasse, insomma all’appello mancano circa mille dollari. E poi un capo del marketing globale di una multinazionale dovrebbe saperlo che iPad funziona senza mouse, ma forse -come sottolinea qualcuno in un commento al vetriolo– la differenza la fa la capitalizzazione di Apple, 323,3 miliardi di dollari contro i 28,2 miliardi di Dell. Va’ a sapere.

Una cosa è certa. Presso Dell parole del genere non suonano affatto nuove e fanno probabilmente il paio con quelle -storiche- di Michael Dell, secondo cui la cosa migliore da fare con Apple nel 1997 era quella di “chiudere tutto e restituire i soldi agli azionisti”. E meno male che Jobs non gli ha dato ascolto.

Ti potrebbe interessare
iPad mini 2021 o iPad Air? Guida all’acquisto
iPad Air

iPad mini 2021 o iPad Air? Guida all’acquisto

L’ultima generazione di iPad mini somiglia molto all’iPad Air lanciato a settembre 2020, dal display più ampio senza pulsante Home al chip A15 Bionic, dagli altoparlanti stereo al Touch ID integrato nel pulsante di accensione. Ma quale dei due conviene comprare ora? Facciamo i conti della serva. iPad mini 6 Vs. iPad Air 5: Specifiche