Apple ed Adobe hanno fatto pace: lavoreranno insieme a Flash

Il mattoncino blu simbolo della mancanza di FlashCi sono nuovi sviluppi nel caso Flash, dopo il botta e risposta avvenuto tra le due aziende coinvolte, con Apple che accusava Adobe di essere pigra nello sviluppare la sua tecnologia e quest'ultima impegnata a controbattere sostenendo che il prossimo Flash per sarà più veloce e che gli utenti vorrebbero il prodotto di Adobe anche su dispositivi come iPhone ed iPad.

Ebbene, ora sembra che le due abbiano fatto pace e che collaboreranno per ottimizzare Flash su OS X, con la speranza che l'efficienza del software aumenti a tal punto da convincere Apple che il prodotto di Adobe è finalmente all'altezza dell'iPhone e dell'iPad.

La notizia arriva da un post nel blog di Tinic Uro, uno degli sviluppatori Adobe, che conferma ciò che diceva Kevin Lynch tempo fa: Flash 10.1 sarà basato su Core Animation, un framework che combina un motore di rendering in grado di sfruttare al meglio processore e scheda grafica con un'interfaccia di programmazione piuttosto semplice.

L'utilizzo di questo framework fa si che Flash diventi una vera e propria applicazione Cocoa, con tutti i vantaggi possibili in termini di prestazioni ed integrazione con il sistema. Tuttavia, quest'innovazione riguarderà solamente Safari, mentre per gli altri browser Flash continuerà ad essere un'applicazione Carbon, impiegando Quartz2D (o QuickDraw) invece che Core Animation.

Come andrà a finire questa collaborazione? Probabilmente le due aziende insieme riusciranno a produrre qualcosa di buono, se non addirittura ottimo. In fondo, Apple ha bisogno di Flash per i suoi dispositivi iPhone OS, vista la grande quantità di siti web che ne fanno uso, e quindi ogni sforzo per migliorare questa tecnologia sarà ben accetto. Nemmeno Adobe può tirarsi indietro: rischierebbe di farsi sfuggire l'occasione per integrare una delle sue tecnologie più famose in quelli che sembrano i device del futuro.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: