QR code per la pagina originale

Fidacaro: produrre iSlate costerà ad Apple 40

,


Sembra incredibile, visto e considerato che di iSlate fin’ora abbiamo visto solo slavine di rumors piombate sul Web, ma tant’è. Non contento delle ipotesi in circolazione sull’eventuale brand o sul design, l’analista finanziario Jeffrey Fidacaro ha creato una tabella dei costi di produzione cui Apple andrebbe incontro per ogni Tablet, non dissimile da quelle cui iSuppli ci ha abituato. Risultato: 47 l’uno.

Nel dettaglio – e al netto dei costi di ricerca & sviluppo, marketing e distribuzione – i componenti contemplati dall’analista sono i seguenti:

Processore ATOM e Scheda Logica 0.00
Processore grafico 0.00
Baseband Wireless ed Audio 2.60
Sensore RF, GPS, Power IC, FEM .06
Bluetooth/FM/WLAN .18
Totale Parziale 45.83

Display 0.00
Memoria (2GB DRAM) 9.00
Alimentazione .00
Raffreddamento .00
HDD (1.8″ 160GB 4200 RPM) 5.00
Packaging .00
Cavi sh.40
Fotocamera da 3.2 Megapixel .00
Batteria 2.00
Accessori .00
Subtotale 94.40
Costi di produzione .00
Totale Costi di Produzione del Tablet 47.23

Certo, poi c’è da considerare l’acquisizione di PA Semi da parte di Apple: nei suoi laboratori potrebbero già esserci in serbo prototipi di CPU ARM ad alte prestazioni per l’occasione. Senza contare che, con un target price previsto di 1.000$ e l’uso cui è destinato, probabilmente appare più ragionevole l’impiego di memoria allo stato fisico, più che di un hard disk convenzionale.

Insomma, parliamo ancora di supposizioni e stime, e se possibile questa volta persino più azzardate del solito. Ma è sorprendente che Cupertino, con un prodotto che non c’è, faccia parlare molto più di Microsoft, che invece il tablet l’ha sfoderato per davvero nel generale disinteresse di media e pubblico.

Video:CyberPhone, l’iPhone 11 pro modificato col design del Teslatruck