MacBook Pro M2 13" vs. MacBook Pro 14" o 16": quale scegliere?

Tra MacBook Pro M2 13" e MacBook Pro 14"/16" quale scegliere? Ecco una rapida panoramica per capire qual è il modello perfetto per te.
Tra MacBook Pro M2 13" e MacBook Pro 14"/16" quale scegliere? Ecco una rapida panoramica per capire qual è il modello perfetto per te.

Attualmente, il catalogo Apple è curiosamente biforcate. Da una parte ci sono i nuovi MacBook Pro 13″ con chip M2 che vantano processori più efficienti ed performanti dell’M1 (e SSD in alcuni casi più lente). Dall’altro ci sono i MacBook Pro 14″ e 16″ che invece, pur avendo processori annunciati l’anno prima, macinano prestazioni nettamente superiori rispetto all’M2. Quale modello scegliere quindi tra MacBook Pro M2 13″ e MacBook Pro 14″ o 16″? Facciamo i conti della serva.

Feature in Comune

Qui di seguito, l’elenco delle feature in comune tra MacBook Pro M2 13″ e MacBook Pro 14″ o 16″. Tra di essere troviamo alcune chicche come il display P3 e l’accelerazione hardware per la codifica e decodifica dei flussi video:

  • Display con ampio colore P3 e True Tone
  • Motore di codifica e decodifica ProRes con H.264, HEVC, ProRes e ProRes RAW accelerati dall’hardware, motori di codifica e decodifica video e motori di codifica e decodifica ProRes
  • Neural Engine 16-core
  • Memoria unificata fino a 16 GB
  • Opzioni di archiviazione da 512 GB, 1 TB e 2 TB
  • Sensore di luce ambientale
  • Videocamera FaceTime HD a 720p
    Processore ISP evoluto con video computazionale
  • Ampio suono stereo
  • Tre microfoni in array di qualità professionale, con rapporto segnale/rumore elevato e beamforming direzionale
  • Touch ID
  • Tastiera magica retroilluminata
  • Trackpad Force Touch
  • Jack cuffie da 3,5 mm con supporto avanzato per modelli ad alta impedenza
  • Minimo due porte Thunderbolt 4
  • 802.11ax Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0
  • Colori grigio siderale e argento

Differenze

E ora veniamo alle funzionalità che separano le due macchine. Non mancano feature davvero rilevanti, come ad esempio il numero di core disponibili nei chip:

MacBook Pro M2 13″:

  • Display da 13,3 pollici LCD Retina
  • Luminosità 500 nit
  • Chip Apple M2
  • CPU a 8 core, GPU a 10 core
  • Memoria unificata da 8 GB, 16 GB o 24 GB
  • Archiviazione da 256 GB, 512 GB, 1 TB o 2 TB
  • Telecamera FaceTime HD 720p
  • Altoparlanti stereo con alta gamma dinamica con supporto per la riproduzione Dolby Atmos
  • Due porte Thunderbolt 4
  • Supporta un display esterno con risoluzione fino a 6K a 60Hz
  • Touch Bar
  • Batteria integrata ai polimeri di litio da 58,2 wattora
  • Fino a 20 ore di durata della batteria durante la riproduzione di video
  • Adattatore di alimentazione USB-C da 67 W

MacBook Pro 14″ o 16″:

  • Display da 14.2″ e 16.2″ con Liquid Retina XDR display Mini-LED con ProMotion
  • Luminosità XDR: 1000 nit costanti a tutto schermo, 1600 nit di picco (solo HDR)
  • Chip Apple M1 Pro o chip Apple M1 Max
  • CPU fino a 10 core, GPU fino a 32 core
  • 16 GB, 32 GB o 64 GB di memoria unificata
  • Archiviazione da 512 GB, 1 TB, 2 TB, 4 TB o 8 TB
  • Telecamera HD FaceTime 1080p
  • Sistema audio a sei altoparlanti ad alta fedeltà con woofer a cancellazione della forza
  • Sistema audio a sei altoparlanti hi-fi con woofer force-cancelling e Ampio suono stereo
  • Tre porte Thunderbolt 4, porta HDMI e slot per schede SDXC
  • Supporta due display esterni con risoluzione fino a 6K a 60Hz (M1 Pro) o tre display esterni con risoluzione fino a 6K e un display esterno con risoluzione fino a 4K a 60Hz (M1 Max)
  • 12 tasti funzione a tutta altezza e 4 tasti freccia (disposti a T capovolta)
  • Batteria integrata ai polimeri di litio da 70 o 100 wattora
  • Fino a 17 o 21 ore di durata della batteria durante la riproduzione di video
  • Adattatore di alimentazione USB-C da 67 W, 96 W o 140 W
  • MagSafe 3 con ricarica rapida

Dimensioni

Dimensioni e peso non vanno trascurate, perché la differenza anche qui è abissale tra le due macchine, soprattutto tra 13″ e 16″. Una è leggera e portatile, l’altra pesante e piena, più adatta forse ad un uso stanziale su una scrivania.

Il MacBook Pro M2 ha queste caratteristiche:
  • Altezza 1,56 cm
  • Larghezza 30,41 cm
  • Profondità 21,24 cm
  • Peso 1,4 kg

Il MacBook Pro 14″ invece ha queste caratteristiche:

  • Altezza 1,55 cm
  • Larghezza 31,26 cm
  • Profondità 22,12 cm
  • Peso 1,6 kg

Differenza ancora più marcata col taglio da 16″ che arriva a:

  • Altezza 1,68 cm
  • Larghezza 35,57 cm
  • Profondità 24,81 cm
  • Peso 2,1 kg

Touch Bar

La Touch Bar è un display oblungo che si fonde con la tastiera e che permette di eseguire comandi Touch per regolare grandezza dei caratteri, scegliere colori, scorrere Emoji e molto altro. Serve? Non serve? Questo deve deciderlo l’utente.

Il MacBook Pro da 13 pollici ha ancora la Touch Bar, mentre i modelli da 14 e 16 pollici hanno i vecchi tasti funzione fisici. Se non ti piace o non ti serve l’esperienza della Touch Bar, potresti preferire il MacBook Pro da 14 pollici. Se invece la desideri, il MacBook Pro 13 pollici è l’unico che la offre.

Porte

Per quanto concerne porte ed espandibilità c’è un abisso tra le due generazioni. Il MacBook Pro da 13 pollici ha solo due porte Thunderbolt 3, mentre i Pro da 14 pollici e 16 pollici hanno tre porte Thunderbolt 4, una porta HDMI e uno slot per schede SDXC.

Col MacBook Pro M2, in altre parole, un hub USB-C è inevitabile.

Display

Anche tra i due tipi di display c’è tantissimo divario. Il MacBook Pro 13″ ha il solito display LCD Retina da 500 nit che vediamo da anni. I MacBook Pro da 14 e 16 pollici invece hanno un signor display mini-LED Liquid Retina XDR con neri profondi, una migliore gamma dinamica e una migliore precisione del colore, e una luminosità massima davvero notevole.

Senza dimenticare il ProMotion che consente di variare la frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz. Insomma, se il monitor è importante per lavorare o divertirsi, la differenza c’è e si sente. E su questo fronte i MacBook Pro 14 e 16 pollici vincono a mani basse.

Chip M2 vs. M1 Pro e Pro Max

La differenza principale tra l’attuale generazione di MacBook Pro 13″ e il chip. L’M1‌ è stato introdotto a novembre 2020 ed è basato sul chip A14 Bionic di Apple. L’‌M2‌, invece, deriva dall’A15 Bionic. Entrambi sono dotati di una CPU a otto core (4 core ad alte prestazioni e 4 ad alta efficienza), ma i core dell’‌M2‌ offrono prestazioni superiori e diversi miglioramenti sul fronte dell’efficienza energetica; inoltre, l’‌M2‌ ha anche due core GPU aggiuntivi.

Infine, il MacBook Pro 13″ è il 40% più veloce rispetto alla generazione precedente con immagini RAW o nei giochi 3D e soprattutto dispone di un motore multimediale dedicato per la codifica/decodifica hardware dei flussi video H.264, HEVC, ProRes e ProRes RAW.

Leggi anche: Apple M1 o M2, conviene passare al nuovo chip?

In linea teorica, l’M2 è più moderno e recente, ed è forgiato con un processo a 5 nm di nuova generazione che garantisce maggiore efficienza energetica. Nonostante siano più vecchi, tuttavia, i chip M1 Pro e l’M1 Max restano ben più performanti grazie alla potenza bruta offerta.

Hanno un numero significativamente maggiore di transistor, core CPU ad alte prestazioni e core GPU, e accedono a quantità maggiori di memoria unificata, oltreché a una larghezza di banda di memoria più elevata. Dunque, nonostante una discreta differenza generazionale, macinano semplicemente di più. E ovviamente includono il motore multimediale dedicato per la codifica/decodifica hardware dei flussi video H.264, HEVC, ProRes e ProRes RAW.

Altre Feature

Il MacBook Pro 14″ e 16″ ha una webcam FaceTime 1080p contro quella da 720p del modello da 13 pollici. Se pensi di usarla molto per le videoconferenze, i modelli più costosi offrono maggiore qualità.

Idem sul fronte audio, con altoparlanti stereo ad alta gamma dinamica per Il MacBook Pro 13″ e nuovo sistema a sei altoparlanti con audio spaziale e Dolby Atmos per i MacBook Pro 14″ e 16″

Quale Comprare?

In generale, il MacBook Pro 13″ vanta il miglior rapporto prezzo/prestazioni per l’utente medio, e il fatto che includa anche il motore di codifica/decodifica hardware è un plus da non sottovalutare. Tra l’altro, con un form factor leggero e comodo da portare in giro.

Gli utenti professionisti o molto esigenti, quelli che hanno bisogno di potenza bruta, display più grandi e di qualità, porte aggiuntive ed espandibilità, più memoria e spazio di archiviazione, sicuramente preferiranno i MacBook Pro da 14 e 16 pollici. Tra l’altro, a differenza degli M2, i MacBook Pro 14″ e 16″ sono abbondantemente scontati su Amazon.

Tutti i modelli, infine, possono essere acquistati col comodo pagamento rateale di Amazon a tasso zero reale e senza finanziaria che rende il salasso un po’ più morbido.

 

 

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti