MacBook Pro M2 straccia il Mac Pro (e costa 5.000€ in meno)

Ci credereste? I primi benchmark rivelano una sorpresa che nessuno si aspettava: il nuovo MacBook Pro con chip M2 straccia nei test il Mac Pro base, pur costando 5.000€ in meno.

Un recente benchmark comparso su Geekbench 5 nei giorni scorsi rivela che il nuovo MacBook Pro 13″ ha ottenuto un punteggio multi-core di 8.928, laddove il Mac Pro base con processore Intel Xeon W a 8 core si ferma a 8.027 punti. E parliamo di una macchina che parte da €1.629 contro una che parte da 6.599€. Quasi 5.000€ di differenza.

Poi ça va sans dire, il Mac Pro è una macchina completamente diversa che nasce per altri scopi; ha tutt’altra espandibilità, schede grafiche aggiuntive, spazi d’archiviazione più ampi e opzioni di RAM molto più capienti. Ma d’altro canto ottiene quelle prestazioni a scapito di consumi e dimensioni, e con costi decisamente superiori (da 7.749€ in su per lo Xeon 12 core).

Dunque, lungi da noi voler fare un confronto diretto. Ma la sovrapposizione tra le due macchine è comunque molto interessante. Tanto più che, assieme al Mac mini di fascia alta, il Mac Pro è l’unico Mac ancora basato su Intel. Sappiamo che entro la fine dell’anno arriveranno processori Apple ancora più performanti, specifici per gli utenti gli esigenti: e se questi sono i prodromi, qualcosa ci dice che il Mac Pro con chip Apple sarà davvero qualcosa di mostruoso. Scommettiamo?

Leggi anche: Apple M1 o M2: conviene passare al nuovo chip?

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti