MacBook Pro M2, la consegna slitta ad agosto

In questi giorni Apple ha aperto ai preordini dei nuovi MacBook Pro M2, ma per alcune configurazioni ora l'attesa arriva a agosto.
In questi giorni Apple ha aperto ai preordini dei nuovi MacBook Pro M2, ma per alcune configurazioni ora l'attesa arriva a agosto.

In questi giorni Apple ha aperto ai preordini dei nuovi MacBook Pro M2; le scorte però sono durate pochissimo, e per alcune configurazioni ora l’attesa arriva a agosto.

Da venerdì 17 giugno era possibile ordinare il nuovo MacBook Pro 13″ con chip M2 sul sito Apple e nei negozi; con spedizione a partire da venerdì 24 giugno. Peccato però che la festa sia durata pochissimo.

Innanzitutto, la disponibilità si riferiva ai modelli base; per le configurazioni à la carte, con opzioni di SSD o processore specifiche, se ne riparlava già a luglio sin da subito. Ma in alcuni casi, e anche per alcune configurazioni standard, la consegna è slittata subito ad agosto.

La ragione è sotto gli occhi di tutti. La scarsità di componenti globale e gli strascichi della pandemia stanno rallentando la catena di approvvigionamento, esasperando la cronica scarsità di macchine che caratterizza ogni nuovo lancio di prodotto. Come dire: già normalmente si verificano ritardi con ogni nuovo Mac, figuriamoci ora.

Lo aveva annunciato pure Luca Maestri, CFO Apple, durante la presentazione degli ultimi risultati fiscali. Dunque, niente di nuovo sotto il sole.

Con 24GB di memoria unificata, accelerazione ProRes e fino a 20 ore di autonomia, il nuovo MacBook Pro 13″ M2 si aggiunge ai MacBook Pro 14″ e 16″ con chip M1 Pro e M1 Max per creare il catalogo 2022 di Cupertino; il nuovo MacBook Pro 13″ parte da 1.629€ (1.514€ per il settore Education) e può essere acquistato anche su Amazon.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti