MacBook Pro, 3 mesi per la consegna: ordini ora, arriva a luglio

A distanza di 6 mesi dal lancio, le consegne di MacBook Pro sono di nuovo in ritardo. Ecco come fare se hai bisogno di un Mac ora.
A distanza di 6 mesi dal lancio, le consegne di MacBook Pro sono di nuovo in ritardo. Ecco come fare se hai bisogno di un Mac ora.

Lo scorso febbraio, vi raccontavamo che problemi iniziali in catena di montaggio sembravano finalmente risolti. Ora invece, a distanza di 6 mesi dal lancio, siamo punto a capo anzi pure peggio: la produzione di MacBook Pro 14″ e 16″e Mac Studio va col contagocce, e i tempi di consegna si allungano tantissimo, e in alcuni casi se ordini ora ti arriva a luglio. Ecco come risolvere se hai urgente bisogno di un nuovo Mac.

Sull’Apple Store, i MacBook Pro M1 Max e M1 Pro e Mac Studio (à la carte o in configurazione standard) danno consegne da fine giugno a fine luglio, con ritiro in negozio a partire solo da giugno-luglio. Una situazione causata dalla recrudescenza della pandemia in Cina e dall’invasione russa in Ucraina.

Catena delle Forniture Rallentata

In una serie di tweet Ming-Chi Kuo, uno degli analisti più affidabili del mondo Apple, scriveva di recente che “lo stato di consegna dei nuovi iPhone SE prodotto esclusivamente da Pegatron è dato come “disponibile” su Apple Store online di tanti paesi, dopo il lockdown in Cina, il che implica che le attuali scorte possono ancora soddisfare la domanda. Di contro, i tempi di consegna dei MacBook Pro di fascia alta (con Quanta come unico fornitore) che vantano ancora una domanda sostenuta dal lancio sono aumentati di circa 3-5 settimane dopo il lockdown cinese.”

Cosa Fare per Avere un Mac Subito?

Purtroppo, sono cose molto più grandi di noi: il collo di bottiglia qui consiste nel fatto che l’unico produttore al mondo di MacBook Pro è Apple; tuttavia potrebbe essere una buona idea diversificare la fonte dell’acquisto.

Un’alternativa è acquistare Mac rigenerati, così da fare un favore al portafoglio e anche all’ambiente.

Altrimenti, scegliendo Amazon, otterreste un canale secondario con una logistica diversa: mentre Apple butta tutti gli ordini nello stesso calderone, e persegue una logica first come-first served, Amazon passa da momenti di disponibilità immediata a momenti di indisponibilità totale, ma queste fluttuazioni permettono quanto meno di risparmiare fino a oltre il 20% rispetto al prezzo di listino.

Quando un prodotto non è immediatamente disponibile, infatti, è fortemente scontato; e il bello è che, pure se Amazon afferma che la consegna avverrà “entro 1-2 mesi” si può star certi che non passeranno più di pochi giorni prima di ricevere l’acquisto. L’unica contropartita è che Amazon non dispone di configurazioni  troppo esotiche o à la carte, ma a parte questo permette grossi risparmi e ha tempi d’attesa perfino migliori di Apple.

Acquista Mac su Amazon, sconti fino a oltre il 22%

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti