MacBook Air: le prime recensioni


Come è ormai consuetudine dopo il rilascio di un nuovo prodotto con la mela, appena cominciano ad essere in spedizione i primi ordini compaiono le prime recensioni dei grandi quotidiani americani.
Il MacBook Air non sfugge alla regola e, mentre i primi fortunati se lo troveranno presto sulla soglia di casa, viene recensito dal Wall Street Journal, da Newsweek e da USA Today.

Le 3 recensioni presentano parecchi punti in comune, ma anche alcuni spunti interessanti.

Per tutti, è il design il pregio più grande di MacBook Air: compatto, leggero ed ergonomicamente efficiente, dà una sensazione di solidità notevole, grazie alla scocca in alluminio.

La durata della batteria, in condizioni d medio utilizzo si è rivelata analoga per tutti e 3 i recensori: circa 3 ore e mezza senza stare a preoccuparsi troppo di Wifi acceso e luminosità dello schermo. Appare chiaro come la scelta di Apple di non rendere la batteria sostituibile dall’utente sia stata dall’esigenza di sfruttare al massimo il poco spazio disponibile dentro il case; una scelta evidentemente incompatibile con la presenza di uno slot di accesso rapido per la sostituzione.

La maggiore perplessità espressa (e condivisa, fin dalla presentazione, anche da chi vi scrive) è costituita dalla capacità de disco interno.
Infatti, se la costosissima opzione del drive allo stato solido è una “chicca” dedicata ad esigenze particolari, la presenza di un disco standard da 1,8″ di soli 80Gb non convince: ci siamo già resi conto che MacBook Air non è un portatile adatto a tutte le esigenze, sono necessari compromessi per avere un case così sottile, ma al giorno d’oggi anche l’utente medio fatica a stare dentro quella capacità di hard disk: bastano un po’ di foto in formato RAW e altrettanta musica codificata in lossless per giungere con una rapidità preoccupante al limite di capacità del drive.

Questi, dunque, i giudizi delle grandi firme della stampa americana, e i loro giudizi vanno a confermare quelle che erano le nostre valutazioni “a scatola chiusa”: a questo punto attendiamo di avere un MacBook Air tra le mani per avere un feedback diretto e potervi proporre una recensione completa.
Stay tuned!

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti