Mac più vulnerabile di Windows nel 2007?


Un blog di ZDNet ha raccolto i dati riportati da Secunia, la nota società indipendente specializzata nella sicurezza software, e ha creato delle comode tabelle con le statistiche delle vulnerabilità di Mac OS X, Windows XP e Vista. E c’è da discuterne.

Contrariamente alla percezione comune, infatti, OS X avrebbe guadagnato una non lusinghiera media di 20.25 falle di sistema al mese in tutto il 2007, contro le 3,67/mese di XP & Vista messe insieme; praticamente 5 volte tanto. E a snocciolare i numeri, si scopre che la maggior parte di queste sarebbero vulnerabilità classificate come gravi.

Segue una tabella riassuntiva:

Statistiche Vulnerabilità Windows XP, Vista e Mac OS X 2007
XP + Vista Mac OS X
Falle Gravissime Totali 4 0
Falle Gravi Totali 23 234
Totale Moderatamente Critiche 3 2
Totale Meno Critiche 4 7
Total flaws 44 243
Media delle vulnerabilità/mese 3.67 20.25

Traduco per praticità dall’articolo originale:

Questo [risultato] è significativo perché mostra una tendenza che può restituirci una buona stima di quante falle di sistema possiamo aspettarci nei prossimi mesi. Storicamente, maggiore è il numero delle falle mensili, maggiore la possibilità che qualcuno scovi un modo per sfruttarle.

E aggiunge come esempio il famoso concorso che permise ad uno scaltro hacker di portarsi a casa i 0.000 di premio per essere riuscito a trovare in OS X una falla di cui approfittare per eseguire codice malevolo da remoto. Come dire, forse questo è appena l’inizio della nuova tendenza cui assisteremo nel breve termine.

Vorrei però puntualizzare qualcosa; primo, non è detto che ogni singola vulnerabilità venga effettivamente sfruttata, e non tutte le vulnerabilità hanno la stessa facilità ad essere sfruttate all’atto pratico. Secondo, resta pur sempre il fatto che nel mondo Mac, ad oggi, non esiste ancora un numero sufficiente di minacce tali da giustificare un intero mercato per antimalaware, antivirus etc, come avviene da sempre nella controparte Windows. E questo è un fatto. D’altra parte c’è sempre però il vecchio adagio sul market share di Apple, che è significativamente meno importante di quello Microsoft, il che potrebbe rendere semplicemente meno “visibile” a questi attacchi il Mac rispetto a Windows.

Insomma, non è semplice arrivare a una conclusione definitiva. Vedremo il futuro che novità porterà.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti