iOS o Android: perché non c'è un'alternativa?

Quando parliamo di piattaforme mobili, gli utenti possono scegliere tra iOS e Android: perché non c'è una terza scelta? In realtà c'era...
Quando parliamo di piattaforme mobili, gli utenti possono scegliere tra iOS e Android: perché non c'è una terza scelta? In realtà c'era...

Quando c’è da scegliere uno smartphone, gli utenti hanno davanti due possibilità: Apple con iOS o Google e i produttori partner con Android. Come mai non c’è una terza via? Perché non c’era spazio sul mercato: il terzo competitor infatti era Microsoft, e il suo -ironia della sorte- era pure uno dei migliori sistemi operativi mobili che siano mai stati creati.

Ai tempi, iPhone si contraddistingueva per la facilità d’uso; Android invece per l’estrema configurabilità e personalizzazione. Poi c’era Windows Phone che coniugava entrambi. Era facile da usare per gli utenti e una gioia per gli sviluppatori (si programmava in C#, molto apprezzato dagli addetti ai lavori), e in più era incredibilmente personalizzabile.

Aveva un’interfaccia a “piastrelle” (“tiles”) che contenevano informazioni rapide e che rendevano l’esperienza utente molto gradevole. Erano gingilli intuitivi e molto semplici, adatti anche alle persone meno avvezze alla tecnologia, anziani inclusi. Tuttavia avevano alcuni grossi difetti.

Tanto per iniziare, gli smartphone Lumia high-end avevano prezzi che si avvicinano ai dispositivi iOS e superiori agli Android di fascia alta. Ma soprattutto, Windows Phone includeva poche applicazioni, sia integrate sia sul suo App Store, il Marketplace.

Era il canonico problema dell’uovo e della gallina. Gli sviluppatori non volevano investire tempo e risorse per creare applicazioni per un OS con pochi utenti; e gli utenti non desideravano passare a un dispositivo che non avesse tutte le app che usavano già. Non c’era neppure Facebook, per dire, il che ha portato alla proliferazione di app non ufficiali e di pessima qualità che hanno segnato il futuro della piattaforma.

E così, nonostante incentivi e investimenti milionari, e dopo una lunga agonia, Microsoft ha deciso di gettare la spugna. E da allora, dal 2016 circa, Windows Phone è diventato ufficialmente un ricordo del passato. E il mercato è stato consegnato ufficialmente a Apple (a proposito, sai che puoi acquistare iPhone con sconti fino al 27% su Amazon?) e Google.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti