Apple Card, interrotta la collaborazione con Goldman Sachs

La collaborazione tra Apple e Goldman Sachs è giunta al termine, e non c'è ancora un sostituto: ecco cosa succede adesso
La collaborazione tra Apple e Goldman Sachs è giunta al termine, e non c'è ancora un sostituto: ecco cosa succede adesso

In una mossa sorprendente che segna la fine di un’era nel settore delle carte di credito, Apple e Goldman Sachs hanno annunciato la loro intenzione di separarsi riguardo alla Apple Card. Questa decisione, che prevede la cessazione dell’emissione della Apple Card da parte di Goldman Sachs all’inizio del 2025, apre nuove domande sul futuro della popolare carta di credito e sul conto di risparmio associato.

Apple Card, la partnership con Goldman Sachs è finita

La Apple Card, lanciata come una carta di credito focalizzata sul consumatore, è stata un successo per Apple, ma ha rappresentato una sfida per Goldman Sachs. Dopo mesi di tensioni e notizie su una Goldman Sachs insoddisfatta, le due società sembrano pronte a prendere strade separate. Secondo un rapporto del Wall Street Journal, Apple ha proposto di rescindere il contratto entro 12-15 mesi, ponendo fine all’intera partnership, che include sia Apple Card che Apple Savings.

Al momento, non ci sono informazioni concrete su un possibile nuovo partner per Apple. Tuttavia, ci sono state speculazioni e trattative, con nomi come American Express e Synchrony Financial che sono emersi come potenziali interessati a rilevare il ruolo di Goldman Sachs. Queste discussioni sottolineano la ricerca di Apple di un partner che possa sostenere la sua visione per la Apple Card e il conto di risparmio.

La partnership tra Apple e Goldman Sachs ha avuto problemi sin dall’inizio. Apple ha enfatizzato in modo provocatorio che la Apple Card non proveniva da una banca tradizionale, insistendo su particolari condizioni come l’emissione delle fatture all’inizio di ogni mese. Queste scelte hanno portato a un controllo normativo e a tensioni crescenti tra le due aziende.

Per ora, i clienti Apple Card e Apple Savings dovrebbero continuare ad operare come al solito, in attesa di un annuncio ufficiale da parte di Apple. Resta da vedere come questa separazione influenzerà i titolari della carta Apple in termini di tariffe, commissioni e altre operazioni relative alla carta di credito. Apple, nota per il suo controllo rigoroso, dovrà affrontare la sfida di mantenere lo stesso livello di controllo con un nuovo partner, un fattore che sembra essere stato cruciale nella rottura con Goldman Sachs.

La separazione tra Apple e Goldman Sachs per la Apple Card rappresenta un momento significativo nel settore finanziario e tecnologico. Mentre le due aziende cercano di navigare in questa transizione, gli occhi sono puntati su chi sarà il successore di Goldman Sachs e come questa mossa influenzerà l’industria delle carte di credito e i consumatori a lungo termine.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti