AirPods Pro, Apple estende il programma di riparazione gratuito

Alcuni AirPods Pro producono rumori di statica o crepitii. Per loro, Apple ha esteso un servizio di Riparazione Gratuita fino al 2023.
Alcuni AirPods Pro producono rumori di statica o crepitii. Per loro, Apple ha esteso un servizio di Riparazione Gratuita fino al 2023.

L’anno scorso, di questi tempi, alcuni utenti ci avevano scritto preoccupati perché i loro AirPods Pro producevano strani rumori gracchianti e statica, ma al tempo purtroppo non avevamo grossi consigli da elargire (se non, provare a piatire assistenza in Apple Store). Poi, a ottobre 2020, la soluzione è piovuta dal cielo con un programma ufficiale di Riparazione Gratuita che ora Apple ha deciso di estendere ulteriormente, dai due anni del programma precedente agli attuali 3 anni di copertura. Dunque, fino al 2023.

Nella pagina ufficiale del programma, si legge quanto segue:

Apple ha rilevato che una piccola percentuale di AirPods Pro potrebbe riscontrare problemi audio. Le unità interessate sono state prodotte prima di ottobre 2020.

Gli AirPods Pro interessati possono mostrare uno o più dei seguenti comportamenti:

  • Crepitii o suoni disturbati che aumentano in ambienti rumorosi, mentre fai attività fisica o parli al telefono
  • La cancellazione attiva del rumore non funziona come previsto, ad esempio si verifica una riduzione dei bassi o un aumento dei rumori di sottofondo, come il rumore della strada o di un aereo

Apple o un Centro Assistenza Autorizzato Apple riparerà gratuitamente gli AirPods Pro interessati (sinistro, destro o entrambi).

Nota: nessun altro modello di AirPods è incluso in questo programma

Se questo è il fenomeno che colpisce i vostri auricolari wireless, portateli immediatamente in un Apple Store o in un negozio affiliato AAS per la sostituzione gratuita. Attenzione però perché la cosa si riferisce esplicitamente ai Pro, e non alla versione normale di AirPods né ad AirPods Max.

Infine, il programma non ha alcuna ripercussione sulla garanzia standard che, in Europa, continua a restare di due anni dalla data di acquisto.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti