Amazon risponde a Steve Jobs sul confronto fra Kindle ed iPad


Ieri, durante l'Evento Apple di presentazione dell'iPad, Steve Jobs ha usato un'immagine del lettore di ebook prodotto da Amazon, il Kindle, per rapportare al (precedente) riferimento di categoria il nuovo prodotto Apple.

L'operazione, chiaramente provocatrice per via dell'evidenza dello schermo bianco/nero, contro la luminosità coloratissima del monitor di iPad, non è certo passata inosservata dalle parti di Amazon. Oggi è arrivata una risposta ufficiale, a mezzo blog. La traduzione integrale del post la trovate su Booksblog.

Amazon sostiene che iPad non sarà mai un "Kindle killer", come predetto durante il keynote di ieri. E principalmente per due motivi: per la durata troppo breve della batteria (10 ore, ma poche contro la settimana di molti dispositivi per ebook dotati di tecnologia a inchiostro elettronico) e per via dei costi. Il Kindle sarebbe più economico rispetto ad iPad in tutto e per tutto: per costo della piattaforma, per costo dei libri e per costo di esercizio della connessione (che, poi, in USA è nullo, essendo la connessione telefonica gratuita per tutta la vita dell'apparecchio).

Dopo aver elencato questi e altri svantaggi di iPad, sul blog di Kindle ne passano in rassegna i pregi. Furbescamente, sono tutti piuttosto marginali (ad esempio, uno è semplicemente: "Apple è cool"). Non solo: al termine del post, si afferma che il primo iPhone fu quasi visto come uno scherzo, da chi scrive e che bisognò aspettare almeno la seconda generazione perché "il brutto anatroccolo si trasformasse in cigno". Lo stesso, secondo Amazon, sarà per iPad. Come dire, sperare di garantirsi un altro anno di pressocché monopolio per quanto riguarda gli store virtuali di ebooks. Staremo a vedere.

  • shares
  • +1
  • Mail
66 commenti Aggiorna
Ordina: