Quanto è resistente iPhone 13? Ce lo dice Apple con due nuovi spot

Il gigante di Cupertino ha diffuso due nuovi spot per sottolineare quanto iPhone 13 sia resistente: lo smartphone non teme nulla.
Il gigante di Cupertino ha diffuso due nuovi spot per sottolineare quanto iPhone 13 sia resistente: lo smartphone non teme nulla.

Con vetro sul fronte e sul retro, iPhone 13 potrebbe apparire come un dispositivo fragile, pronto a graffiarsi o a riportare gravi danni anche con un minimo contatto. In realtà, è proprio il contrario e Apple coglie spesso l’occasione per ricordare quanto il suo smartphone sia incredibilmente resistente.

La parte frontale di iPhone 13 (anche 13 mini, ovviamente) fa affidamento sul Ceramic Shield, “più forte di qualsiasi altro vetro per smartphone” ci informa l’azienda di Cupertino. Ed è la verità, come testimoniano i numerosi test che puoi trovare facendo una rapida ricerca sul web. A sottolineare questo aspetto ci pensano anche i riuscitissimi spot pubblicitari, con i quali Apple sembra voglia dire ad attuali e nuovi utenti: “state tranquilli, iPhone 13 non teme urti e/o cadute”.

In ordine cronologico, l’ultimo spot pubblicitario a finire su YouTube (e che probabilmente vedremo nei prossimi giorni anche in TV) si intitola Edge e mostra un iPhone 13 precipitare da una scrivania. La causa scatenante di questo incidente? La vibrazione di una chiamata in entrata. In ogni caso, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

A diffondere un messaggio simile è lo spot estivo Shake, ambientato in una caldissima giornata estiva. A bordo piscina, l’iPhone 13 di una donna viene viene colpito da un bel po’ d’acqua spruzzata ovunque dal suo cane. Il discorso però non cambia, perché il device è resistente a schizzi, gocce e polvere (certificazione IP68).

Il prezzo di partenza di iPhone 13 (quindi con memoria interna da 128GB) è 939 euro, ma oggi puoi acquistare l’ultimo top di gamma di Apple a prezzo scontato. Su Amazon trovi infatti il modello PRODUCT(RED) da 128GB a 829 euro, con spedizione gratuita per tutti gli abbonati a Prime.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti