QR code per la pagina originale

Mac ARM, Windows gira grazie a CrossOver

Era una delle lacune dei nuovi Mac ARM, e l'impasse sembra già superato. Grazie a CrossOver è possibile usare Windows anche su chip M1.

,

Un video pubblicato da Codeweavers mostra Windows girare decentemente su un MacBook Air con processore M1 grazie al software di emulazione CrossOver. Ve lo mostriamo.

I Mac ARM hanno pregi ma anche grossi difetti che ne rendono sconsigliabile l’acquisto per alcune categorie di utenti; per esempio, per chi ha bisogno di usare Windows sul proprio portatile Apple. Ma presto le cose cambieranno senza dubbio.

CrossOver è uno sostrato software basato sul progetto open source Wine Project che permette di tradurre in tempo reale le API di Windows in omologhe per macOS. E l’attuale versione per Intel può essere avviata in emulazione su di un MacBook Air‌ con M1 grazie a Rosetta 2.

In pratica, parliamo di una doppia traduzione al volo: un miracolo che funzioni, se chiedete a noi. Ma tant’è:

È incredibile quando consideri che stiamo letteralmente utilizzando il Mac con chip Apple più economico che si possa acquistare; quello a velocità ridotta e a cui manca un core nella GPU.

Non posso neppure dirvi quanto è figo tutto ciò; c’è così tanta emulazione che avviene sotto al cofano. Immaginate un eseguibile Intel Windows a 32 bit che gira in una bridge Wine/Crossover da 32 a 64 bit su macOS, su di una CPU ARM che emula x86. E riesce pure a funzionare! È semplicemente incredibile.

Con quale stabilità complessiva e quali prestazioni, è ancora tutto da vedere. Intanto, eccovi il video con cui farvi un’idea più precisa di cosa parliamo.

Mac ARM: La questione dell’Emulazione

L’introduzione di un’architettura di processore basata su ARM in sostituzione a quella x86 Intel sulla linea Mac creerà qualche scossone per gli utenti. Il software infatti deve essere ottimizzato per la nuova tecnologia, e ci vorrà del tempo.

Fino a quel momento, e per semplificare la vita agli utenti, Apple ha creato un software integrato in macOS Big Sur che permette di trasformare le app Intel in applicazioni ARM; si chiama Rosetta 2. Il processo di conversione tuttavia rallenta molto la prima esecuzione delle applicazioni, che per aprirsi ci mettono anche più di 20 secondi.

Questo è solo una delle lacune che affliggono i nuovi Mac, ma ce ne sono altre che è importante conoscere, come ad esempio l’impossibilità (momentanea) di effettuare il ripristino o la fotocamera di vecchia generazione. In compenso però le nuove macchine sfoggiano prestazioni di primo piano (superiori perfino ad un MacBook Pro 16″) e un’autonomia  mai vista prima su Mac.

Acquista su Amazon

MacBook Air 13″ con M1

MacBook Air 2020 con processore M1

 

MacBook Pro 13″ con M1

MacBook Pro 13" 2020 con M1

 

Mac mini 2020 con M1

Mac mini 2020 con M1

Non lasciatevi scoraggiare dalle eventuali difficoltà di approvvigionamento del modello che vi interessava: aggiungetelo al carrello e ordinatelo anche se non è disponibile o se la consegna è lontana nel tempo. La logistica di Amazon è molto rapida, e ragionevolmente entro qualche giorno la spedizione partirà, dando a voi la precedenza. (e comunque, se lo trovate altrove potete sempre annullare l’ordine).

Video:MacBook Pro 16″- Rumori Durante la Riproduzione Audio