Critiche alla webcam dello Studio Display, la risposta di Apple

Ad un giorno dal debutto ufficiale sul mercato, dagli USA arrivano le prime recensioni dello Studio Display: qualcosa non va.

Mac Studio e Studio Display, protagonisti assoluti dell’evento Peek Performance dell’8 marzo, sono oggi 17 marzo un argomento di tendenza. Perché? Beh, molto semplice. Ad un giorno dal debutto ufficiale sul mercato (al momento sono solo preordinabili), la stampa internazionale sta pubblicando le recensioni delle due new entry. Se il computer desktop sta raccogliendo ottimi giudizi, lo stesso non si può dire per il display esterno. Ed è tutta colpa della sua webcam.

Lo Studio Display, per chi se lo stesse chiedendo, ha un prezzo di partenza di 1.799 euro. Considerato ciò, ci si aspettava il meglio sotto ogni punto di vista. La webcam, utilissima per le videochiamate su FaceTime, Zoom e altre piattaforme simili, lascia molto a desiderare.

Riportiamo di seguito estratti delle recensioni pubblicate poche ore fa da Joanna Stern del The Wall Street Journal e Nilay Patel di The Verge.

Joanna Stern, WSJ

Potete capire perché io abbia detto a mo’ di previsione che la webcam dello Studio Display sarebbe stata la migliore di sempre. Con un sensore da 12 megapixel e il chip A13 Bionic, dovrebbe essere alla pari con la fotocamera frontale di un iPhone 11 Pro.

Eppure questa fotocamera produce costantemente immagini sgranate e sbiadite. Il numero di dettagli mancanti è così alto che questi scatti mi hanno ricordato la fotocamera del mio vecchio BlackBerry.

Nilay Patel, The Verge

La parte negativa è che non ho idea di cosa stia succedendo con questa webcam. Apple ha una lunga storia nella produzione di immagini straordinarie con sensori da 12 megapixel e chip della serie “A”, ma per qualche motivo questa webcam è semplicemente… orribile.

In realtà, è terribile quando c’è una buona luce e decisamente pessima in condizioni di scarsa illuminazione. Ho provato collegando il display al Mac Studio e al mio MacBook Pro con macOS 12.3 e in entrambi i casi produce una immagine sgranata, con rumore e praticamente senza dettagli. Ho effettuato test con FaceTime, Zoom, Photo Booth, QuickTime, ma il risultato non cambia. Disattivare la funzione Inquadratura Automatica (Center Stage) non serve a nulla. Lo stesso discorso vale per la Modalità Ritratto.

La risposta di Apple

È una bocciatura senza mezzi termini quella pronunciata dai due volti noti e tra i più affidabili del settore.

Considerata la situazione non proprio rosea, un portavoce di Apple è uscito allo scoperto e ha confermato l’esistenza di un problema che impedisce alla webcam di funzionare in modo corretto. In futuro (giorni? settimane? mesi?) l’azienda di Cupertino rilascerà un aggiornamento software con i dovuti fix.

Ti potrebbe interessare