Apple, il visore VR/AR arriverà con un servizio in abbonamento?

Il web continua ad accogliere rumor ed indiscrezioni sul tanto atteso visore di Apple: ora si parla di un servizio in abbonamento.

Rappresentando una categoria di dispositivi inedita per Apple, il visore con funzionalità legate alla realtà virtuale a aumentata è uno dei prodotti più discussi degli ultimi mesi. Potrebbe debuttare già nel 2022 e secondo l’ultima indiscrezione lanciata da TrendForce, potrebbe portare con sé un servizio in abbonamento.

Stando all’ultimo report dell’azienda di ricerca, l’headset del colosso californiano si piazzerà sul mercato con un prezzo in linea con quello di HoloLens di Microsoft, ovvero intorno ai 3.500 dollari. Una novità mai trapelata fino ad ora riguarda invece un servizio software il cui accesso richiederà un abbonamento mensile, come Apple Music, Apple Arcade, Apple TV+, Apple One e gli altri.

Visore Apple

Nonostante l’indiscrezione, è difficile individuare attualmente lo scopo di tale servizio. Si tratterà di una esclusiva per il visore? Probabilmente sì, e potrebbe “abbracciare” le altre funzionalità del device legate al gaming, al consumo di media e alla comunicazione.

C’è forte interesse per il visore AR/VR di Apple, ma secondo Mark Gurman di Bloomberg ci sarà da aspettare più del previsto. Non è ancora ufficiale (come tutto ciò che riguarda il device, del resto), ma secondo l’affidabile esperto in fatto di Apple il debutto sul mercato ci sarà nel 2023, e non nel 2022 come sperano in tanti.

Ti potrebbe interessare