Jobs conferma: la musica libera al prezzo di quella protetta


Dopo i rumor la conferma: in un'intervista rilasciata al Wall Street Journal, Steve Jobs ha confermato l'abbassamento del prezzo dei brani iTunes Plus, che a partire dalle prossime ore dovrebbero costare quanto i brani protetti da DRM. Con un prezzo di 99 centesimi per canzone, lo store torna ad essere pienamente competitivo sul mercato, rispondendo alla minaccia di Amazon.

Non solo, Nick Wingfield (autore dell'articolo) conferma l'inserimento di artisti indie nel programma senza DRM, affiancandoli ai brani di EMI. "Il servizio è stato molto popolare tra i nostri clienti", ha confermato Jobs, "Ed ora diventerà ancor più economico". Tra i grandi assenti del catalogo libero le altre grandi etichette, prima fra tutti la Universal.

Si attendono nelle prossime ore i dettagli dell'operazione, comprese le eventuali differenze tra store Usa ed Europa.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: