iPhone 5: Mini connettore a prova di stupido

Il mistero che aleggia intorno al numero di contatti del nuovo connettore micro dock dell’iPhone 5 sembra aver finalmente trovato una logica spiegazione, che mette d’accordo tutte le indiscrezioni circolate e le immagini trapelate.Le prime voci parlavano di un nuovo micro connettore con 19 o 16 contatti in luogo dei 30 pin presenti nel tradizionale

Parliamo di


Il mistero che aleggia intorno al numero di contatti del nuovo connettore micro dock dell’iPhone 5 sembra aver finalmente trovato una logica spiegazione, che mette d’accordo tutte le indiscrezioni circolate e le immagini trapelate.

Le prime voci parlavano di un nuovo micro connettore con 19 o 16 contatti in luogo dei 30 pin presenti nel tradizionale connettore dock. Successivamente è circolata l’indiscrezione che il nuovo connettore fosse dotato di 8 contatti.

A rimescolare le carte ci hanno pensato le immagini che ritraggono alcuni esemplari di test del nuovo micro connettore dotato di 8 pin su un lato e di ulteriori 8 contatti sul lato opposto.

Ebbene, il particolare design simmetrico del piccolo connettore, con i contatti rivolti verso l’esterno, permette di inserirlo indifferentemente con una delle due facce rivolta verso l’alto o verso il basso senza alcun problema di funzionamento, infatti i contatti presenti su una faccia sono replicati in ordine inverso sulla faccia opposta. Inoltre il supporto metallico funge da ulteriore pin, probabilmente la massa, per cui i contatti totali sono effettivamente 9, come scoperto dai file di configurazione di iOS 6.

Apple ha quindi progettato il nuovo connettore in modo che gli utenti non debbano tutte le volte preoccuparsi di capire quale sia il verso giusto per inserirlo, diversamente da quanto avviene con il tradizionale connettore dock da 30 pin, ma anche con tutte le varie tipologie di porte USB.

Per la legge di Murphy se qualcosa può andar storto lo farà, Apple si è preoccupata di fare in modo che funzioni anche in questa, tutt’altro che remota, eventualità.

Ti potrebbe interessare
Apple brevetta l’iMac touch
iMac Mac

Apple brevetta l’iMac touch

Proprio nei mesi in cui Apple metteva in moto gli ingranaggi di produzione e distribuzione del suo primo popolarissimo tablet, in Europa pubblicava un brevetto che descrive chiaramente un iMac con funzionalità multi-touch e sensori di movimento. L’iMac più improbabile di sempre esce di prepotenza dal mondo dei rumors e diventa potenza d’essere.Quando, all’inizio dell’anno,

Terminal Tip: risolvere due noiosi problemi con Gnuplot
Software Apple

Terminal Tip: risolvere due noiosi problemi con Gnuplot

Gnuplot è una delle applicazioni per realizzare grafici scientifici (e non) più usate. Necessita di Aquaterm per funzionare su Mac OS X ed è possibile installarlo utilizzando Fink. Per lanciarlo basta aprire il Terminale e digitare gnuplot ma può succedere che, di punto in bianco, venga restituito questo messaggio di errore: dyld: Library not loaded: