Film su iTunes? A non più di 9€. Oppure in affitto


Lanciato un nuovo sondaggio (quello sui browser, e più avanti un altro su richiesta di uno di voi) possiamo provare a tirare le somme di quello precedente. Lo scorso 22 settembre, infatti, vi abbiamo chiesto quanto sareste disposti a pagare un film su iTunes Store alle attuali condizioni di qualità e Drm. Sicuramente il valore scientifico non è alto, ma fossi un "omino" di Apple inizierei a dare un'occhiata.

Perché se c'è un utente più "portato" ad usare iTunes Store, secondo me, credo sia proprio l'utente Macintosh, se non altro per il monopolio sulla nostra piattaforma. E perché tutti, più o meno, abbiamo un substrato di fiducia nei prodotti Apple. Ovviamente parlo in termini relativi. Ora, a partire da questi presupposti, c'è da mettersi una "mano sulla coscienza"...

Su 971 voti solo 44 sostengono di essere disposti a pagare ai prezzi proposti da Apple ora negli Usa (tra i 9 e i 15€ circa). La fascia di prezzo più apprezzata è quella tra i 5 e i 9€ (42%, 409 voti) seguita da "fino a 5€" (399 voti, 42%).

Per contro, è relativamente bassa la percentuale di chi non comprerebbe mai un film in download (6%), e chi non lo comprerebbe mai a queste condizioni (6%). Solo una persona pagherebbe più di 15€ (Steve ci leggi!!!). Interessante la vostra proposta emersa nei commenti, di sostituire il download "per sempre" con un pay-per-view più economico, che sostituisca un Blockbuster o un PrimaFila di Sky. In effetti l'opzione non è assurda, anche perché lo stile di fruizione di una pellicola è completamente differente da quello per la musica, che ascoltiamo più volentieri in modo assiduo. E vecchi rumors, e strategie avversarie, parlano proprio di questo programma di sottoscrizione tanto desiderato.

Con il debutto in Europa non sarà il caso di cambiare strategia?

P.S. Il sondaggio, come sempre, rimane aperto. Se volete può essere interessante riproporlo in nuovi termini insieme agli amici di Cineblog...

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: