WWDC: affitteremo film su iTunes?

Il rumor è già dilagato visto che Think Secret sembra pronto a giurarci: forse il WWDC sarà veramente l’occasione buona per lanciare il servizio di vendita di film su iTunes. Come sappiamo il desiderio di Apple di vendere lungometraggi sul Music Store è un segreto di Pulcinella, ostacolato dalle reticenze delle case di produzione nel

case cinematografiche

Il rumor è già dilagato visto che Think Secret sembra pronto a giurarci: forse il WWDC sarà veramente l’occasione buona per lanciare il servizio di vendita di film su iTunes. Come sappiamo il desiderio di Apple di vendere lungometraggi sul Music Store è un segreto di Pulcinella, ostacolato dalle reticenze delle case di produzione nel cedere allo stradominio di Apple, per poi perdere margini di autonomia nei confronti di Cupertino, come già accaduto alle etichette discografiche.

Ma ai soldi del marchio iPod chi resiste? Non certo Disney, che visto anche il ruolo di Jobs può dirsi cosa fatta. Ma ad aver ceduto alla arti seduttive del nostro Ceo preferito sarebbero anche Universal, Paramount e Warner Bros. Ancora non è certo quali saranno le dimensioni del listino a partire dal 7 agosto, giorno del keynote di Steve, ma di una cosa il sito di rumor sembra certo: i film non saranno realmente venduti, ma semplicemente “affittati”…

Una volta scaricato il film, sarà presente un “timbro digitale” che ci ricorderà fino a quando potremo vederlo. Sicuramente questo approccio, differente da quello propugnato per la musica, comporterà per Apple un nuovo sforzo di comunicazione che influenzi le abitudini dei suoi utenti, ed è probabile che questo sia un compromesso obbligato tra la volontà di Cupertino di offrire un grande listino e i timori legati alla protezione dei diritti delle case cinematografiche.

Oltre al modello di “affitto” potrebbe anche essere disponibile un modello ad abbonamento, simile a quello proposto da Napster per la musica. Sicuramente il successo del modello dell’affitto non è impossibile, se proposto come un “Blockbuster senza uscire di casa” e, soprattutto, se lanciato con un prezzo realmente competitivo. Pensiamo anche al modello della paytv, poco sfruttato qui in Italia ma celebre nei paesi anglosassoni. Ma, per saperne di più, visti anche i frequenti colpi di scena e i cambiamenti repentini a cui ci abituati Jobs, non possiamo che aspettare il 7 agosto…

Ti potrebbe interessare
Apple e il terremoto in Giappone: aperte le donazioni anche dall’Italia
iPhone

Apple e il terremoto in Giappone: aperte le donazioni anche dall’Italia

In Giappone l’emergenza post terremoto è in una fase critica e le associazioni umanitarie stanno facendo del loro meglio per portare aiuti concreti nel paese del sol levante. Anche Apple ha deciso di fare la sua parte in collaborazione con la Croce Rossa Americana. Un paio di giorni dopo l’apertura della pagina di donazione nell’iTunes

Chitika stima che siano stati venduti oltre 500 mila iPad
iPad

Chitika stima che siano stati venduti oltre 500 mila iPad

Lo scorso weekend il mondo dell’informatica è giunto alla fine. Con questa suggestiva frase apocalittica inizia il post di Dan Ruby della Chitika Research, una società che si occupa di web advertising e come tale colleziona un gran numero di statistiche sui dispositivi che accedono al loro network pubblicitario. Sulla base di queste informazioni Chitika

La salute di Steve Jobs è un affare privato
iPhone

La salute di Steve Jobs è un affare privato

Courtesy of Reuters A seguito della sua apparizione sul palco del Moscone West, Steve Jobs è parso piuttosto emaciato, suscitando speculazioni sulle sue condizioni, soprattutto alla luce dei suoi passati problemi di salute. Una portavoce di Apple ha spiegato il dimagrimento dell’iCEO con le conseguenze di una terapia antibiotica atta a curare un’influenza, non convincendo

Apple non sarà presente all’Apple Expo 2008
iPhone

Apple non sarà presente all’Apple Expo 2008

Nei giorni scorsi Apple ha annunciato che quest’anno non sarà presente all’Apple Expo di Parigi. Nonostante qualche tempo fa si fossero aperte le iscrizioni per poter accedere all’evento, oggi si apprende, da un portavoce di Apple, che a Cupertino hanno ufficialmente dichiarato di non essere più interessati ad essere presenti alla kermesse, prevista per il

Apple brevetta il touchpad luminoso
Mac

Apple brevetta il touchpad luminoso

Apple ha registrato un nuovo brevetto curioso, del quale non sappiamo se vedremo mai un’applicazione pratica. Questo brevetto dovrebbe consentire di illuminare i touchpad dei notebook. Queste illuminazione sembrerebbe pensata per dare un feedback visivo ai tocchi, in particolare penso possa essere utile ad evidenziare i tocchi multipli. La stessa luce, tuttavia, può creare un