Mercato Asiatico: 40% di ordinativi in più per Apple

MacBook in Asia

L'Asia è la nuova punta di diamante di Apple. Lo rivela un'analisi di Charlie Wolf, analista presso Needham & Co.; egli ha appurato che quest'anno il mercato asiatico dei prodotti Apple è cresciuto del 40%, mentre l'Europa e gli USA sembrano fermi sulle cifre dello scorso anno, se non in leggera regressione.

La ragione del calo nelle vendite in Occidente è da cercare nell'assenza di una nuova linea Mac e MacBook per quest'inizio 2012. I nuovi Mac sono attesi, lo ricordiamo, per fine giugno-inizio luglio, dopo il WWDC 2012. Sempre a causa del ritardo nel lancio dei nuovi Mac, Apple è rimasta finora indietro sul mercato dei PC, almeno se si compara con gli strabilianti risultati di dicembre 2011, quando le vendite dei Mac salivano del 24,8% mentre quelle dei PC diminuivano globalmente del 1,7%.

Però la mancanza di nuovi prodotti Apple non sembra rallentare la crescita del mercato asiatico, dove Apple è in crescita sul mercato dei PC rispetto al 2011 del 3,6%. Apparentemente in Asia e nel Pacifico il mercato è frizzante ed interessato ai prodotti Apple. Questo può essere dovuto a una crisi meno pronunciata che in alcuni paesi europei, ma anche al consueto ritardo con il quale certi prodotti Apple escono in Asia. In compenso, gli analisti si aspettano una forte crescita per Apple dopo il lancio dei nuovi MacBook e iMac, anche se nell'ultimo anno buona parte dell'utenza dei Mac è stata fagocitata dagli utenti iPad.

[Via AppleInsider | Foto Ed Yourdon]

  • shares
  • Mail