Trapelato il presunto alloggiamento della SIM del nuovo iPhone

In rete sono trapelate le immagini del supporto per micro-SIM del nuovo iPhone del tutto simile a quella presente nell’iPhone 4s

Parliamo di


Dopo le immagini del tasto home mostrate la scorsa settimana, sono trapelate in rete anche le foto del presunto vassoio della SIM del nuovo iPhone, pubblicate dal sito sw-box che commercializza accessori e parti di ricambio per vari dispositivi.

La forma di questo supporto risulta sostanzialmente identica a quella del supporto per micro-SIM presente negli iPhone 4/4S, ammesso che queste immagini siano veritiere, è possibile fare alcune congetture sull’aspetto del prossimo iPhone.

Da tempo si parla di un design con i bordi arrotondati simili a quelli dell’iPad o dell’iPod touch per il nuovo iPhone, ma ciò implicherebbe che il supporto per le SIM dovrebbe avere un bordo inclinato, mentre da queste immagini risulta perfettamente verticale, suggerendo quindi un design squadrato dei bordi, come quello degli attuali iPhone 4/4s, ma probabilmente più sottile. La SIM potrebbe però tornare ad essere alloggiata nella parte alta, come negli iPhone 3/3Gs, in questo caso i bordi laterali potrebbero essere arrotondati, mentre quello superiore essere più squadrato. Ad ogni modo lo spessore del vassoio della SIM raggiunge a malapena i due millimetri, per cui se la relativa fessura fosse posizionata nella parte superiore della cornice, resterebbero ancora 5 o 6 millimetri per un bordo arrotondato.

L’altra considerazione riguarda la probabile adozione anche sul nuovo iPhone delle micro-SIM, poiché le specifiche delle nuove nano-SIM non sarebbero comunque pronte per l’avvio della produzione del nuovo iPhone attesa verso l’inizio dell’estate.

[via macrumors]

Ti potrebbe interessare
Brevetti Apple: il DRM è più sicuro con la pistola a particelle
Software Apple

Brevetti Apple: il DRM è più sicuro con la pistola a particelle

Un nuovo, fantascientifico brevetto di Cupertino intitolato System and Method for Authentication Based on Particle Gun Emissions (“Sistema e metodo per l’autenticazione basato sulle emissioni di una pistola a particelle”) promette di rendere parecchio più sicura la gestione digitale dei diritti, vale a dire i DRM.Il problema è che le tecnologie attuali DRM di autenticazione

iPad atteso per il 26 marzo. Gli spot tv per il 15
Apple Store iPad

iPad atteso per il 26 marzo. Gli spot tv per il 15

Finalmente le fonti di rumor sul mondo Apple paiono concordare su una data per l’inizio delle consegne degli iPad: si parla del 26 marzo.Gli Apple Store, invece, dovrebbero cominciare a ricevere i nuovi dispositivi per il 10 di questo stesso mese, in modo da familiarizzare con le scorte e formarsi per l’assistenza e il supporto

Apple ricicla i computer delle scuole. Gratis
iPhone

Apple ricicla i computer delle scuole. Gratis

Non c’è niente da fare, il verde va sempre più di moda a Cupertino e, al di là dei roboanti annunci del suo ufficio marketing, Apple sta dedicando risorse sempre più concrete su questo tema. A partire dal 31 luglio, infatti, la società della mela offrirà la raccolta e lo smaltimento gratuiti dei vecchi Mac,

Apple Premium Days al via
Software Apple

Apple Premium Days al via

Tornano gli Apple Premium Days! Gli amici di Datatrade, Apple Premium Reseller di Bologna, ci segnalano che dal 12 al 16 giugno ospiteranno una serie di incontri dedicati alla conoscenza della piattaforma Mac come Digital Hub. Il 12 e il 14 giugno, dalle 16:30, si parlerà di musica con i Music Open Days. Il 13

Vienna 2.0: newsreader con l’intutività di una iApp
Software Apple

Vienna 2.0: newsreader con l’intutività di una iApp

Quanti lettori RSS per Mac Os esistono? Decine, almeno. Forse il più celebre è giustamente NetNewsWire, che più o meno spopola ovunque. Io personalmente mi sono accontentato per un bel pezzo di Safari 2 ma, visto che i feed danno dipendenza e diventano sempre di più, ho fatto la mia scelta: Vienna 2…

Reparing your iPod… please wait.
iPhone

Reparing your iPod… please wait.

TechRestore lancia un servizio di iPodRestore, per 29 dollari riceverete a casa uno speciale box per poter spedire il vostro cucciolo al tecnico riparatore.Entro 24 ore dalla consegna verrete contattati dal tecnico con la lista delle riparazioni e il costo di ognuna. Cambiato idea? Avete convinto il vostro amico smanettone in elettronica a farvi l’ennesima