iTunes 1080p a confronto col Blu-ray

Qualcuno ha effettuato test approfonditi per saggiare la qualità dei film 1080p di iTunes rispetto alla controparte su dischi Blu Ray. Il verdetto è largamente positivo.


È vero che, a fronte d’un modesto aumento nella grandezza del file, i nuovi video a 1080p di iTunes garantiscono una qualità complessiva nettamente migliore rispetto ai precedenti 720p, ma la domanda vera è probabilmente un’altra; ovvero, se reggono il confronto coi dischi Blu-ray. Qualcuno ha fatto anche questa prova, e conferma la bontà delle scelte di Cupertino.

I test sono stati eseguiti su “30 Days of Night,” una pellicola del 2007 filmata in Super 35 e trasferita su 2k digital intermediate, il che in sostanza significa che l’editing è avvenuto senza mai uscire dal regno del digitale. Il download di iTunes, 3,62GB totali e risoluzione di 1920×798, contiene una traccia audio AAC e una Dolby Digital 5.1; l’omologo su disco Blu-ray BD 50 invece oltre al Dolby Digital 5.1 propone tracce DTS-HD, feature speciali e 30 buoni secondi di seccanti, ineluttabili avvisi sul copyright.

Alla prova dei fatti, entrambi i video hanno mostrato un testo molto nitido e in generale un livello di dettaglio assolutamente paragonabile; forse la variante iTunes appare lievemente più “morbida”, ma niente che rovini l’esperienza utente. In ogni caso, i colori sono pressoché identici. L’unico vero problema, semmai, è la tendenza della codifica iTunes a perdere un po’ di dettaglio nelle zone di massima luce o con le scene in movimento. Le conclusioni, tuttavia, appaiono largamente positive:

Sono rimasto sorpreso nel vedere quanto i download di iTunes 1080p si avvicinino al Blu-ray, considerato che occupano soltanto una frazione della grandezza del file. E siamo onesti: ci sono un sacco di titoli Blu-ray che appaiono molto peggio dei download di iTunes. Ma a parte lo sforzo notevole compiuto da Apple, il Blu-ray è ancora re incontrastato quando si parla di qualità d’immagine. E a differenza dei titoli iTunes, i BRD possono avere audio multi-canale non compresso, multiple opzioni audio e i contenuti speciali.

Come dire, se Apple aggiungesse qualche funzione e qualche lingua in più ai suoi film, e magari correggesse un po’ il tiro sul codec, la praticità derivante dal download affosserebbe definitivamente il mercato dei supporti ottici. Questione di tempo, in ogni caso.

Ti potrebbe interessare
Dev Team: Jailbreak del 3.0? Si può fare
iPhone 3G iPod touch

Dev Team: Jailbreak del 3.0? Si può fare

A pochissime ore di distanza dalla presentazione del nuovo (e ancora in stato di beta) iPhone OS 3.0, il Dev Team scrive poche ma interessantissime righe sul proprio blog, e la bella notizia è che il jailbreak del nuovo firmware sarà possibile per tutti i dispositivi.Le esatte parole del Dev Team sono state: Con il

Apple in causa per il Mighty Mouse
iPhone

Apple in causa per il Mighty Mouse

Man and Machine – società specializzata nella produzione di dispositivi medicali per laboratori e ospedali – ha recentemente trascinato in tribunale Apple per il marchio Mighty Mouse che, scopriamo solo ora, è un mouse speciale che resiste all’acqua e agli agenti chimici, brevettato ben un anno prima della controparte di Cupertino.Il problema è che quando

Cronaca di una morte annunciata
iPhone

Cronaca di una morte annunciata

Ve ne avevamo anticipato la possibilità alla vigilia dell’ultimo Apple Event, e la previsione si è rivelata azzeccata: iPod Hi-Fi è silenziosamente uscito dal listino Apple.Un prodotto su cui erano riposte molte aspettative (più da parte degli utenti che di Apple, a dire il vero) il cui successo è stato limitato, soprattutto per prezzo decisamente

MacBook Pro 17″, i dettagli
iPhone

MacBook Pro 17″, i dettagli

Ecco le caratteristiche dei nuovi MacBook Pro da 17 pollici. La configurazione è unica e caratterizzata da una CPU Intel Core Duo da 2,16 Ghz, schermo con risoluzione 1680×1050. Il disco è un SATA da 120 Gb a 5400 rpm, mentre la scheda grafica è la stessa del fratello da 15,4″, ovvero la ATI X1600