iPod con touchscreen: è questo il brevetto?

Solo due giorni fa Think Secret dichiarava l’imminenza di un nuovo iPod con uno schermo touchscreen molto ampio, cosa che avrebbe permesso di sostituire la clickwheel attuale con una virtuale a scomparsa. Ed ecco che ora spunta un brevetto registrato da Apple molto simile a quello che sembrava il prototipo toccato con mano dalle fonti

Solo due giorni fa Think Secret dichiarava l’imminenza di un nuovo iPod con uno schermo touchscreen molto ampio, cosa che avrebbe permesso di sostituire la clickwheel attuale con una virtuale a scomparsa.

Ed ecco che ora spunta un brevetto registrato da Apple molto simile a quello che sembrava il prototipo toccato con mano dalle fonti del sito. Le interfacce raffigurate sono di due tipi: una simile a quella gerarchica di iPod e l’altra identica a quella di iTunes. Anche questo touchscreen descritto dal brevetto, come tutti gli altri, è multipoint. Questo permetterebbe di usare iTunes a due mani. Tra le firme non manca quella di Jonathan Ive, e nel testo è specificato che l’interfaccia potrebbe essere implementata su un iPod. Dopo il salto le immagini complete.






Ti potrebbe interessare
Final Cut Express 4 crea conflitti con Aperture 3
Software Apple

Final Cut Express 4 crea conflitti con Aperture 3

Vi sono dei problemi di compatibilità fra Aperture 3 e Final Cut Express 4: nel caso quest’ultimo venga installato su un computer dov’è già presente Aperture 3.x, può accadere che Aperture si chiuda inaspettatamente dopo essere stato avviato. Lo segnala Apple in una scheda della KB, nella quale suggerisce anche una possibile soluzione: Se Aperture

Melablog how-to: impostare lo sfondo di una cartella
iPhone

Melablog how-to: impostare lo sfondo di una cartella

Vi siete mai chiesti come facciano alcune software house a realizzare pacchetti .dmg delle proprie applicazioni con bellissimi sfondi? Bhè in questa guida impareremo a fare proprio questo. Per prima cosa è necessario creare una cartella vuota ed aprirla utilizzando il Finder (semplicemente doppio click sulla cartella creata).

Google compra reMail e poi la fa rimuovere dall’App Store
iPhone

Google compra reMail e poi la fa rimuovere dall’App Store

E’ notizia di alcuni giorni fa quella che vede l’acquisto da parte di Google di reMail, l’azienda con sede a San Francisco che ha sviluppato l’omonima applicazione da diversi mesi disponibile su App Store. Ma il passato è ora d’obbligo poiché, dopo l’acquisizione da parte del colosso di Mountain View, reMail non è più disponibile