La volta che Steve Jobs gettò nell’acqua il primo prototipo di iPod

Un ex dipendente Apple ricorda la volta che Steve Jobs gettò in un acquario un prototipo di iPod. Una trovata geniale per dimostrare che aveva ragione.


Steve Jobs è noto per l’eccentricità e gli scatti d’umore che talvolta hanno del geniale. E se vi state chiedendo cosa ci faccia un prototipo di iPod dentro un acquario, andate avanti e leggete il resto.

Di recente, l’ex impiegato Apple Amit Chaudhary ha raccontato la reazione di Jobs quando gli fu presentato il primo prototipo in assoluto di quello che sarebbe diventato iPod, il lettore multimediale più famoso dell’era digitale. Il problema riguardava lo spessore e la grandezza del dispositivo, ritenuti assolutamente inadeguati; e per spiegare meglio il proprio punto di vista, Jobs si lanciò in un inatteso coup de théâtre.

Su Quora, Chaudhary scrive:

Quando gli ingegneri che lavoravano al primo iPod in assoluto completarono il prototipo, presentarono il loro lavoro a Steve Jobs per l’approvazione. Jobs giocherellò un po’ col dispositivo, lo analizzò, lo soppesò tra le mani, e prontamente lo bocciò. Era troppo grosso.
Gli ingegneri spiegarono che avevano dovuto reinventare il modo di inventare, per creare l’iPod, e che era semplicemente impossibile renderlo più piccolo. Jobs restò in silenzio per un attimo. Poi si alzò, camminò verso un acquario e ci tuffò l’iPod dentro. Dopo aver toccato il fondo, delle bolle iniziarono a risalire in superficie.
“Quelle sono bolle d’aria,” disse. “Questo significa che c’è ancora spazio là dentro. Fatelo più piccolo.”

E adesso diteci la verità: chi di voi non vorrebbe vedere se l’iPhone 6 in un acquario emette o meno bolle d’aria? Chi si dovesse cimentare nell’impresa, però, è pregato di pubblicare il tutto su YouTube.

Ti potrebbe interessare
LivelyIcons, l’hack da jailbreak che combatte il cancro
Tutorial

LivelyIcons, l’hack da jailbreak che combatte il cancro

LivelyIcons è un hack per iOS che consente di modificare a piacimento l’animazione di apertura delle applicazioni su iPhone, iPad ed iPod touch scegliendo da una lista di divertenti preset. Non è certamente il primo mod del genere su Cydia, ma la sua peculiarità consiste in altro: tutti i proventi della vendita, infatti, saranno devoluti alla ricerca contro il cancro.

Apple blocca Cydia dagli Apple Store
iPhone

Apple blocca Cydia dagli Apple Store

Diciamolo subito, è qualcosa che non sorprende affatto, ma resta pur sempre un aneddoto divertente. Se si tenta di accedere a Cydia scroccando la connessione degli Apple Store, si viene reindirizzati senza pietà sul sito Apple.La legge starà pure dalla parte dei jailbreaker, ma giustamente Apple difende come può i propri interessi. Provate ad aprire

iWork’11 a gennaio, col Mac App Store
App Store Software Apple

iWork’11 a gennaio, col Mac App Store

Durante l’ultimo evento Apple, in molti probabilmente si aspettavano un aggiornamento della suite per l’ufficio con la mela, e invece, almeno su questo fronte, tutto s’è risolto in un nulla di fatto. In realtà, affermano i soliti ben informati, iWork’11 è bello che pronto, in attesa di essere distribuito come prodotto di punta a gennaio

TapYourFriends: aperta la versione desktop
iPhone

TapYourFriends: aperta la versione desktop

Dopo il rilascio della versione ufficiale 1.1 di TapYourFriends, in questi giorni è stata presentata anche la versione desktop disponibile direttamente a questa pagina. La versione per desktop, oltre a tutte le funzioni già presenti su iPhone/iPod Touch, offre la possibilità di fare l’upload delle foto direttamente dal proprio computer.Sugli ulteriori sviluppi di questo progetto

Una settimana al cubo
iPhone

Una settimana al cubo

Mancano ormai solo 7 giorni all’inaugurazione del nuovo Apple Store di Manhattan, il negozio destinato a diventare il principale punto di riferimento del settore retail di Cupertino. Situato sulla prestigiosa 5th Avenue, lo store “sprizza” stile Apple da ogni parte. L’elemento caratterizzante è costituito dall’ingresso, un cubo di quasi 10 metri di lato, che pare