Il difetto dell’iPhone 6: tende a deformarsi stando in tasca

L’iPhone 6 è sottilissimo ma questa caratteristica può costare cara agli utenti: ad alcuni, si è deformato dopo averlo tenuto in tasca.

Parliamo di

Fate attenzione a come e dove riponete iPhone 6. Alcuni utenti -pochi, se li paragoniamo ai 10 milioni di unità vendute, ma il numero tendere a crescere- si sono ritrovati con un dispositivo deforme per il solo fatto di averlo portato in tasca. Il problema si applicherebbe indistintamente ad iPhone 6 e iPhone 6 Plus.

Nel caso più emblematico, un utente si è ritrovato con un danno da centinaia di dollari semplicemente cenando, ballando, e guidando tranquillo alla volta di un matrimonio. In totale sono bastate pochissime col telefono in tasca:

Ieri ho lasciato l’iPhone nella tasca davanti dei pantaloni del vestito alle 10 di mattina. Ho guidato per 4 ore fino a un matrimonio, che imponeva parecchie ore seduti per la cena etc. ma anche due o tre ore di danze. Sono ripartito alle 2 del mattino e sono andato a letto, guidando per altre 4 ore.
Per cui, in totale, l’iPhone 6 è stato appena 18 ore nella mia tasca, stando per lo più seduto.
Sdraiandomi sul tavolino da caffè e rilassandomi un po’ sul divano (si, mi sono seduto di nuovo), ho visto il riflesso della finestra sull’iPhone leggermente distorto.

iphone6-piegato

E così via; sul thread del forum di MacRumors dedicato all’argomento è possibile leggere diverse testimonianze simili altrettanto incredule. Il fatto è che la cosa non rappresenta una novità assoluta, ed è avvenuta a suo tempo anche con iPhone 5 e iPhone 5s, e la morale è sempre la stessa: infilate il telefono in un luogo in cui c’è spazio, come una borsa o uno zaino, e lasciate perdere le tasche.

C’è di buono che il telefono continua a funzionare correttamente anche dopo simili sollecitazioni, ma a questo punto viene da domandarsi fino a che punto ci si potrebbe spingere. E la risposta, manco a dirlo, l’ha data un blogger pubblicando il video che vedete qui sotto, e che mostra cosa succede se si piega il dispositivo fino al punto di non ritorno.

Se doveste incappare in un simile evento, non tentate di rimettere le cose a posto: iPhone 6 non è pieghevole, e rischiereste di rompere il vetro come <a href="”>è accaduto all’utente troppo curioso. Meglio riportarlo all’Apple Store, e stare più attenti la volta successiva.

iphone6-schermo-rotto-piegato

E a proposito. Indovinate un po’? Il Galaxy Note 3, sottoposto alle medesime pressioni, e nonostante la scocca in plastica, non fa una piega. Assurdo, no?

Ti potrebbe interessare
iPad mini disponibili dai rivenditori Apple in tempo per Natale
Natale

iPad mini disponibili dai rivenditori Apple in tempo per Natale

Se state pensando di regalarvi o regalare un iPad mini per Natale, da oltre oceano arrivano buone notizie sulla disponibilità del piccolo tablet della Mela, che dovrebbero trovare riscontro anche in diversi punti vendita italiani. Alcuni rivenditori ufficiali Apple degli Stati Uniti mostrano infatti di di avere disponibili nei propri magazzini quasi tutte le versioni

Un nuovo fenomeno musicale, le iPad Band
Applicazioni iPad iPad

Un nuovo fenomeno musicale, le iPad Band

Fin dall’uscita delle prime applicazioni che riproducevano uno strumento musicale sul piccolo touchscreen dell’iPhone abbiamo assistito a diverse performance musicali delle cosiddette iBand. L’arrivo dell’iPad ha però ulteriormente amplificato questo fenomeno grazie alla diffusione di applicazioni musicali che sfruttano a pieno le maggiori dimensioni del touchscreen del tablet della Mela. Sono nate quindi vere e

Problemi di licenze accorciano le anteprime in iTunes Store
iPhone

Problemi di licenze accorciano le anteprime in iTunes Store

Una delle novità attese per l’evento Apple dello scorso primo settembre consisteva nell’allungamento delle anteprime fino a 90 secondi per tutte le canzoni dell’iTunes Store. Eppure l’annuncio a riguardo è stato taciuto, pare per un problema di licenze. A raccontare cosa è accaduto ci pensa CNet. Dopo l’ok formale delle quattro principali major della musica

Apple starebbe valutando l’acquisizione di iCall
iPhone

Apple starebbe valutando l’acquisizione di iCall

Nel bel mezzo di una recessione economica globale ci sono pochissime aziende in grado di valutare ed operare acquisizioni: tra queste non manca Apple. Questa volta si parla di iCall un’azienda operante nel mercato VoIP. Attualmente iCall vanta, oltre che un nome ben in sintonia con il mondo della mela, anche più di 100.000 clienti

Apple & Google: il patto non scritto
iPhone

Apple & Google: il patto non scritto

L’articolo che vi propongo è un importante approfondimento di MG Siegler, una delle penne più argute nel settore della tecnologia e dell’economia, apparso sulle pagine di TechCrunch. Mi sono limitato a tradurlo, nella speranza che possa stimolare una discussione vivace ma obiettiva. Buona lettura. Mentre il CEO di Google, Eric Schmidt, era nel consiglio di

Safari 4: acerbo ma velocissimo
Safari Software Apple

Safari 4: acerbo ma velocissimo

CNet UK ha messo alla prova le dichiarazioni di Apple, secondo cui Safari 4 sarebbe il browser più veloce sulla piazza. Utilizzando la suite di test javascript SunSpider, il browser di Cupertino è stato confrontato con i concorrenti, sia su PC che su Mac. Su un Mac 2GHz Intel Core 2 Duo con Mac OS