iPhone 6, un problema con i display costringe i fornitori ad affrettare la produzione

Secondo alcune recenti indiscrezioni un problema nella costruzione di una delle componenti dell’iPhone 6 avrebbe causato alcuni notevoli ritardi nella produzione dei display. La catena di fornitori è costretta ad affrettarsi.

Parliamo di

A breve distanza dalla data prevista per la presentazione ufficiale, l’iPhone 6 incontra sulla strada qualche intoppo che potrebbe rallentarne l’uscita o causare qualche mancanza nella disponibilità. Stando a quanto racconta un rapporto di Reuters, alcuni problemi tecnici incontrati dalla catena di fornitori di Apple nello sviluppo di certe componenti del display ne avrebbero ostacolato la produzione di massa, rallentandola notevolmente.

Ormai non manca molto e tra poco più di un paio di settimane potremo finalmente vedere la nuova ammiraglia di Apple in tutto il suo splendore. Abbiamo già avuto l’occasione di conoscere diversi dettagli sull’iPhone 6 di cui, come ben sappiamo, la compagnia californiana ha messo in produzione due differenti modelli, da 4,7 e da 5,5 pollici.

Approfondimento: iPhone 6, confermati ufficialmente i 2 modelli da 4,7″ e 5,5″ a settembre

Il problema sorto in quest’occasione non riguarda il tanto discusso vetro di zaffiro per la copertura dei sopraccitati display, bensì alcune componenti interne. Secondo le fonti industriali anonime la società di Cupertino, nel tentativo di ridurre al minimo lo spessore del pannello nel modello da 4,7 pollici, avrebbe optato per l’inserimento di un unico strato dedicato alla retroilluminazione. Un risultato insoddisfacente ha però costretto Apple a rivedere il progetto interrompendo la produzione durante i mesi di giugno e luglio.

Non è ancora chiaro se questa interruzione nella produzione di massa avrà un effettivo impatto sulla disponibilità iniziale dell’iPhone 6 o se causerà dei ritardi nel lancio. Non è in effetti la prima volta che si sente parlare di problemi nella produzione della nuova ammiraglia di Apple sebbene in questo caso il tono sia più consistente che in altre occasioni.

In ogni caso i produttori – la fonte parla di Japan Display, Sharp Corp e LG Display – sono di nuovo in pista e si stanno affrettando per recuperare il tempo perduto.

Ti potrebbe interessare
Pianist Pro per iPad
iPhone

Pianist Pro per iPad

Iniziano ad arrivare le app per iPad! MooCowMusic, il creatore dell’app per iPhone, Pianist, sta per rilasciare Pianist Pro per iPad (0.79€ su App Store). In commercio ci sono moltissime app per suonare sull’iPhone, però l’usabilità risente particolarmente delle dimensioni ridotte dello schermo. Un’app simile sarebbe perfetta per iPad.Difatti, ponendo l’iPad in orizzontale, la dimensione

Mac OS X Leopard 10.5.1 agli sviluppatori
iPhone

Mac OS X Leopard 10.5.1 agli sviluppatori

A conferma di quello di cui vi parlavo alcuni giorni fa, durante la scorsa notte Apple ha inviato la build 9B13 della nuova versione di Leopard, la quale porta con sé svariati bug fix e risoluzioni di problemi.Tra i tanti, attira la mia attenzione quello legato allo spostamento di file tra diverse partizioni, e la

Aggiornato Google Desktop for Mac
iPhone

Aggiornato Google Desktop for Mac

Aggiornata alla 1.1 la versione per Mac del famoso Google Desktop, che supporta ora nove nuove lingue e presenta miglioramenti nelle performance.Per installare Google Desktop, scaricabile gratuitamente da questo indirizzo, è necessario avere installato Mac OS X 10.4.L’update richiede il riavvio della macchina e la reindicizzazione dei dischi.

Su iTunes Store Italia spuntano i videoclip
iTunes Store

Su iTunes Store Italia spuntano i videoclip

Lo sconto sull’acquisto degli album di cui possediamo i singoli potrebbe non essere l’unica vera novità degli iTunes Store. Dopo essere apparsi stranamente, e poi scomparsi, sono tornati in questi giorni i link spezzati ad alcuni video musicali. Un nostro lettore, Andrea, è riuscito ad esempio a fare questo screenshot al video “Tutto da rifare”

Bbc pronta per i video iPod, gratis
iPod iTunes Store

Bbc pronta per i video iPod, gratis

L’Indipendent rivela che, nel Regno Unito, la BBC si sta preparando a rendere disponibili i propri contenuti su device come l’iPod con funzioni video. I programmi dovrebbero rimanere disponibili per almeno 7 giorni dopo la messa in onda. Ma ciò che è più interessante è che il canale sembra convinto a rendere disponibili questi download