Proiezioni indicano che Apple potrebbe vendere 100 milioni di iPhone 5

Se il successo dell’iPhone 5 segue la tendenza tracciata dai modelli precedenti, allora è fortemente probabile che proietti Apple al primo o secondo posto fra i produttori di smartphone e che le vendite dell’iPhone 5 raggiungano il tetto dei 100 milioni di modelli venduti.Il mercato finora ha continuamente richiesto iPhone e questo si è riflesso

Parliamo di


Se il successo dell’iPhone 5 segue la tendenza tracciata dai modelli precedenti, allora è fortemente probabile che proietti Apple al primo o secondo posto fra i produttori di smartphone e che le vendite dell’iPhone 5 raggiungano il tetto dei 100 milioni di modelli venduti.

Il mercato finora ha continuamente richiesto iPhone e questo si è riflesso nell’avere Apple quarto produttore mondiale di cellulari, superando RIM. Su questa linea, secondo le proiezioni l’iPhone 5 potrebbe vendere più di tutti i modelli di iPhone messi assieme ed occupare il 20% del mercato degli smartphone.

Quest’analisi ci viene da Asymco: la grafica in alto mostra le vendite mensili delle 4 generazioni di iPhone. Il dato che appare da questo studio è che ogni generazione di iPhone raddoppia le vendite della precedente. Sulla base di questi dati, potrebbe essere possibile che l’iPhone 5 venda i 100 milioni di modelli del titolo, prima di venire sostituito dall’iPhone 6G.

Ma la strada del successo non dipende unicamente dal dato delle vendite. Oltre al successo di pubblico, vi sono restrizioni dovute alla produzione, infatti il numero di dispositivi che le fabbriche di hardware possono fornire ad Apple è limitato. In passato è accaduto in diverse occasioni che i fornitori non abbiano potuto mantenere i ritmi elevatissimi voluti da Apple, in particolare nel caso dei dispositivi di successo. Un esempio fra tutti: nel luglio 2010 il CEO di LG, Kwon Young-soo, dichiarò che la sua società non era in grado di soddisfare la crescente richiesta di display LCD destinati all’assemblaggio degli iPad, sebbene i macchinari e le fabbriche stessero funzionando a pieno regime.

La produzione di iPhone e iPad ha richiesto alle compagnie fornitrici sforzi di produzione fuori dal comune. Oltre a rappresentare un collo di bottiglia per l’arrivo sul mercato dei nuovi prodotti, un aumento delle vendite rappresenta anche un’opportunità di espansione fuori dal comune. Sull’orma del successo di iPhone e iPad, la Foxconn si è espansa tanto da continuare ad assumere operai fino ad assestarsi su una base di 1,3 milioni di lavoratori, previsti entro fine 2011.

[Via 9to5mac]

Ti potrebbe interessare
Amazon risponde ad Apple: ‘app store’ è un termine generico
iPhone

Amazon risponde ad Apple: ‘app store’ è un termine generico

Amazon ha risposto in tribunale all’accusa di Apple di infrangere il trademark sul nome “App Store”. Amazon è dell’opinione che l’appellativo sia abbastanza generico da poter essere usato liberamente, come attesta il documento presentato presso la Corte della California del Nord:… nessuna licenza o autorizzazione è richiesta perché ‘app store’ è un termine generico e

Apple lavora a un motore di ricerca?
iPhone

Apple lavora a un motore di ricerca?

Secondo alcune indiscrezioni, Apple starebbe lavorando all’implementazione di un proprio motore di ricerca.Ci si potrebbe chiedere come mai Apple abbia intenzione di gettarsi in un mercato dove Google la fa da padrone, dopo essere riuscito a vincere sui concorrenti, ma in realtà nei piani di Apple non ci sarebbe l’intenzione di fare concorrenza a Google,

Wozniak incontra Jack Tramiel per i 25 anni del Commodore 64
iPhone

Wozniak incontra Jack Tramiel per i 25 anni del Commodore 64

Venticinque anni fa nasceva il Commodore 64, il computer accessibile a tutti che ancora oggi è impresso nella memoria della gente, celato tra un velo di nostalgia e il sorriso di chi ha avuto la fortuna di poter toccare con mano un pezzo indelebile della storia dell’ informatica.Lunedì 10 dicembre si sono svolte le celebrazioni

Giugno 2007: il mese giusto per il 12″ ?
iPhone

Giugno 2007: il mese giusto per il 12″ ?

Quando ne ho parlato i primi giorni di dicembre, ammetto di essere stato poco fiducioso nei confronti dei rumors poiché mi sembravano ancora pochi. Oggi invece ne arrivano altri e decisamente dettagliati.Sto parlando della realizzazione di un MacBook Pro in formato 12 pollici: questo nuovo e da molti atteso Mac avrà le tecnologie di cui