Steve Jobs difenderà iTunes dall’accusa dell’Antitrust in tribunale

Steve Jobs, CEO di Apple, dovrà apparire davanti ai giudici per un interrogatorio limitato di 2 ore in una causa nella quale iTunes è accusato di violare le regole dell’Antitrust americana. Jobs sarà interrogato dagli avvocati della parte avversa su temi riguardanti la causa ed in particolare sui cambi effettuati da Apple sul software dell’iPod



Steve Jobs, CEO di Apple, dovrà apparire davanti ai giudici per un interrogatorio limitato di 2 ore in una causa nella quale iTunes è accusato di violare le regole dell’Antitrust americana. Jobs sarà interrogato dagli avvocati della parte avversa su temi riguardanti la causa ed in particolare sui cambi effettuati da Apple sul software dell’iPod per inibire l’azione del programma Harmony.

Harmony è un software della RealNetworks che permette di trasferire sull’iPod pezzi musicali acquistati presso i negozi online di case discografiche. Nell’ottobre del 2004 Apple minacciò di denunciare RealNetworks e fece i passi necessari per bloccare il programma sugli iPod. A conferma di tutto ciò, l’anno successivo il board di RealNetworks ammise ai propri azionisti che la tecnologia di Harmony aveva messo a rischio la compagnia in quanto Apple era disposta ad affrontare la questione in tribunale.

Se la RealNetworks non fece problemi per accettare la sconfitta, gli utenti montarono una class action contro Apple nel 2005, chiedendo di liberalizzare la gestione della musica sugli iPod. Il denunciante Thomas Slattery sostiene che Apple violi le leggi dell’antitrust e le regolazioni sulla concorrenza dello stato della California, imponendo agli utenti di comprare la musica unicamente dall’iTunes Music Store.


Nel frattempo, Apple è riuscita a far cadere alcuni capi d’accusa più generali che riguardavano “il rifiuto di Apple di concedere ad altre compagnie la licenza della tecnologia FairPlay o la sua decisione di usare questa tecnologia per gli acquisti di musica di iTunes su iPod”. Malgrado questa parziale vittoria, Apple non è riuscita ad ottenere l’annullamento del caso. Rimane quindi l’accusa di “tentare di mantenere un monopolio del download di file audio e del mercato della musica per dispositivi portatili aggiornando FairPlay”.

Nell’ambito di questa causa, Steve Jobs sarà ascoltato in quanto “la corte ritiene che Jobs possieda una conoscenza di prima mano unica riguardo alle questioni al centro della disputa con il software di RealNetworks”. David Kierman, che rappresenta Apple, non è dello stesso avviso, avendo dichiarato che “qualsiasi deposizione del Sig Jobs sarà al massimo ripetitiva.”

Da quando la class action è stata depositata, Apple ha negoziato con le case discografiche condizioni che hanno reso molto più aperto l’iTunes Music Store. Un documento del marzo 2009 nella mani della corte di San Jose sottolinea che i brani di iTunes sono ora offerti senza digital rights management (DRM).

[Via AppleInsider]

Ti potrebbe interessare
Sempre più MacBook Air nel futuro di Apple
MacBook Air

Sempre più MacBook Air nel futuro di Apple

Il MacBook Air potrebbe rappresentare il 48% di tutti i portatili Apple venduti entro la fine del 2011, secondo una stima di Gleacher & Company. L’analista Doug Freedman fa notare che mentre il portatile ultra-sottile rappresentava solo il 8% delle vendite di portatili nel 2008 e il 9% nel 2009, la sua quota è ora

Rilasciato il primo tool per jailbreak di iPhone 3GS
iPhone

Rilasciato il primo tool per jailbreak di iPhone 3GS

Nuove speranze, stavolta molto concrete, per i possessori di iPhone 3GS interessati al jailbreaking del loro melafonino.In barba all’iPhone Dev Team (pur meritevole di tutto il nostro rispetto, per gli sforzi svolti in passato, e per quelli che pare stia continuando a svolgere anche ora), il giovanissimo George Hotz (già noto alle cronache Apple per

Il Macworld Expo? Meglio gli Apple Store
Apple Store

Il Macworld Expo? Meglio gli Apple Store

Nel corso della riunione annuale degli azionisti Apple, tra le tante domande rivolte alla dirigenza di Cupertino, un azionista ha chiesto a Tim Cook, “reggente” di Cupertino fino a giugno, di rivedere la decisione di abbandonare il Macworld Expo.Cook, però, ha confermato che Apple non parteciperà più al Macworld perchè, con gli Apple Store è

Con le buone maniere si ottiene… Final Cut Studio 2 gratis
iPhone

Con le buone maniere si ottiene… Final Cut Studio 2 gratis

Uno studente della Greenwich High School, 2 settimane fa, ha scritto una lettera direttamente a Steve Jobs con la quale chiedeva uno sconto per l’acquisto di Final Cut Studio 2. Lo studente chiedeva di poterlo acquistare al prezzo riservato agli studenti (00) anziché a quello pieno (300) nonostante gli servisse per due cortometraggi sui quali

Un indiano con l’iPod
iPod

Un indiano con l’iPod

Lynn Hickox, una signora di 53 anni che vive a Saskatchewan, in Canada, era alla ricerca di alcune informazioni su Google Earth: l’immagine del satellite si focalizza sullo stato dell’Alberta e guardate un po’ la conformazione delle montagne che “creazione” realizza per noi…Se guardate attentamente, si vede un indiano pellerossa che indossa un iPod. Lo

Podder pouches
Accessori Apple iPod

Podder pouches

Queste custodie per iPod potrebbero fare concorrenza alle celebri ‘calzine’ della Apple. Fatte a mano (“con amore” come precisa l’autrice!), sono in moribidissima lana, permettono di riporre anche gli auricolari e oltre a proteggere l’iPod da graffi e urti, ogni qual volta lo si estrae dalla calza lo lucidano anche. L’iPod Pouch si chiude con