Office per iPad: il processo creativo seguito dai designer

Come è nato Office per iPad dal punto di vista del design? Da quanto racconta Han-Yi Shaw, le filosofie sul design di Apple e Microsoft sono piuttosto vicine.


Aggiornamento del venerdì 23 maggio 2014, a cura di Ruthven.

L’Office per iPad di Microsoft è un reale successo: scaricato da oltre 27 milioni di utenti dal suo lancio nel marzo scorso, il tempo passato ad aspettare questa suite di app per iOS è stato apparentemente ricompensato. Stephen Elop, l’ex CEO di Microsoft, aveva sempre frenato il progetto in passato, ritenendo opportuno “attendere e vedere” come si evolvesse il mercato delle app per iPad.

Leggi: Microsoft: niente Office per iPad senza la versione Surface.

Adesso che è chiaro che la scelta di Elop fosse sbagliata, almeno dal punto di vista strettamente legato al software (in realtà egli non voleva aiutare lo sviluppo della piattaforma di Apple, dato che l’iPad è un diretto concorrente della serie Surface targata Microsoft), l’azienda di Redmond si vanta del suo prodotto, a dire il vero molto ben rifinito. 9to5mac segnala che il designer manager che ha lavorato al progetto Office for iPad, Han-Yi Shaw, ha pubblicato sul blog di Microsoft la sua esperienza creativa nel elaborare Office per iPad; delle parole che ci fanno avere uno scorcio della filosofia dietro al design di questa particolare app.

Oltre alla sfida di ottimizzare Office al touchscreen dell’iPad, che meriterebbe un’intero post a se stante, l’idea del team di sviluppo era di fornire un’immagine al tempo stesso moderna e piacevole. Di fatto, fa notare Shaw, i linguaggi visuali di Microsoft Modern Language e di iOS 7 sono abbastanza simili, dice Shaw: “[Essi] condividono la stessa filosofia: una decisa riduzione della complessità”.

iOS 7 permette ai programmatori di sviluppare più liberamente il tema delle app, così che Office per iPad ha potuto godere di un look tipico di Microsoft, ma ottimizzato per l’esperienza su iOS 7. Questo ha significato per gli sviluppatori dover eliminare ogni dettaglio superfluo e centrare lo sforzo del disegno sulla chiara rappresentazione dell’informazione.

Durante la fase di progettazione di Office for iPad, se c’era un elemento visivo o un label di testo che non era assolutamente necessario, lo eliminavamo. Il risultato è una gerarchia di informazioni chair, dove tutto è molto funzionale ed efficiente, rimanendo però genuinamente bello. (Han-Yi Shaw in The art of designing Office for iPad)

Han-Yi Shaw descrive anche i possibili usi che il suo team di sviluppatore aveva in mente mentre lavorava al progetto, con l’idea di ottimizzare il programma per questi tipi di utente. Questi sono i punti distintivi che il team ha immaginato per la loro app:

  • Un Office Familiare, senza curva di apprendimento
  • Indubitabilmente Office, ottimizzato per iPad
  • Distrazioni immersive e remote
  • Il contenuto dei documenti, senza interfaccia grafica, assume la centralità
  • L’esperienza è sempre bella, veloce e fluida

Nel post sul blog di Microsoft si possono anche vedere esempio di come il look dell’app è stato “appiattito”, esattamente nella direzione che Jonathan Ive ha voluto per i sistemi operativi di Apple, come se anche in Microsoft lo scheumorfismo avesse perso la sua battaglia.

Leggi: Jonathan Ive vuole un “design più piatto”.

Guarda la galleria: Office per iPad

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Office per iPad scaricato 27 milioni di volte

Office per iPad

Scritto da: Rosario – martedì 13 maggio 2014

Per la versione iPad di Office, Microsoft non può che dichiararsi soddisfatta. Le applicazioni che compongono la suite da ufficio dell’azienda di Redmond per il tablet hanno infatti totalizzato 27 milioni di download, a distanza di circa un mese e mezzo dalla loro uscita.

A rivelarlo è stata Julia White, general manager della divisione che si occupa di Office, nel corso della conferenza TechEd organizzata da Microsoft: per Word, Excel e PowerPoint, un ottimo trend anche in seguito all’uscita sul mercato. Al 3 aprile i download erano infatti 12 milioni, cifra aumentata da allora a oggi di altri 15 milioni secondo i numeri forniti da White.

Leggi: Office per iPad: 12 milioni di download in una settimana

Cifre impressionanti, soprattutto se si considera quella che è a grandi linee la media di download giornalieri effettuata dagli utenti iPad: quasi 600.000. Tra le tre applicazioni, Word è stata naturalmente la più popolare, posizionandosi nella classifica dei download anche avanti a Google Docs.

Ricordiamo che Microsoft ha previsto un modello freemium per la versione di Office per iPad: Word, Excel e PowerPoint possono essere scaricate gratuitamente per vedere documenti, ma modifica e creazione sono disponibili solo a chi possiede un abbonamento a Office 365.

Leggi: Office per iPad, arriva la stampa dei documenti

Via | Cnet.com

Ti potrebbe interessare
Apple brevetta la tastiera tattile senza tasti
Software Apple

Apple brevetta la tastiera tattile senza tasti

Un nuovo brevetto scovato da PatentlyApple descrive una fantascientifica tastiera virtuale in grado di restituire sensazioni tattili molto convincenti, create grazie ad un complicato gioco di feedback e vibrazioni.I sistemi a feedback tattile prevedono una superficie sensibile al tocco e degli attuatori sottostanti collegati meccanicamente ad essa che si occupano di fornire risposte adeguate quando

Trasformare la custodia dell’iPod Nano in uno Speaker portabile
iPhone

Trasformare la custodia dell’iPod Nano in uno Speaker portabile

Interessante l’idea di Bird Electron, casa produttrice giapponese di accessori per iPod, la quale offre un piccolo kit per trasformare la confezione dei nuovi iPod Nano 3G in uno speaker portabile: basterà sostituire la parte sottostante della confezione con quella offerta da Bird Electron, la quale è costituita da due piccoli altoparlanti e un ingresso

Nei brani DRM-Free di iTunes c’è il nostro nome
iTunes Store

Nei brani DRM-Free di iTunes c’è il nostro nome

Lo ha scoperto TUAW e l’ha confermato MacBidouille: i brani DRM-free acquistati su iTunes Plus vengono taggati con il nome dell’acquirente.E’ meglio, dunque, pensarci due volte prima di condividere i file acquistati sulla rete P2P, essendo riconducibili all’acquirente originale.A chi leverà gli scudi in nome della libertà, ci preme sottolineare che un conto è liberarsi

iUse This: Digg incontra VersionTracker, solo per Mac
iPhone

iUse This: Digg incontra VersionTracker, solo per Mac

Prendete VersionTracker ed aggiungete un pizzico di Digg. Che cosa ottenete? La mania del web meloso di queste settimane: iUse This. Questo sito, dedicato esclusivamente alle applicazioni per Mac, permette ad ogni utente di segnalare un software, mentre gli altri possono premiarlo con un semplice click su “I Use This”, e commentarlo. Non solo, una